Mercato e Industria

Vulog individua le cinque città europee dove l'auto condivisa sarà un must

La società francese Vulog ha individuato cinque città europee che diventeranno (probabilmente) le più importanti per la diffusione dei servizi di car sharing


default onloading pic

1' di lettura

Il fornitore di tecnologia per la mobilità condivisa Vulog ha rivelato in un rapporto quelle che ritiene essere le cinque città europee che saranno con tutta probabilità i prossimi centri nevralgici del concetto di auto condivisa. Nel suo nuovo white paper la società francese sostiene che Torino, Cracovia, Istanbul, Zagabria e Lione diventeranno probabilmente le più importanti città per il car sharing. Vulog ha identificato alcuni criteri utili a sostenere una struttura di car sharing di successo: le città hanno bisogno di un'alta densità di popolazione, elevati livelli di proprietà di auto private e un'amministrazione cooperativa della città, disposta a offrire incentivi come il parcheggio gratuito o l'accesso alle corsie riservate al trasporto pubblico per i veicoli del car sharing. La densità di popolazione è un fattore cruciale per un'operazione di car sharing di successo: maggiore è la concentrazione di persone in una piccola area geografica, più è probabile che queste dovranno portare un'auto da qualche parte e ci sia un altro utente che avrà bisogno di quell'auto alla fine del viaggio.

La tecnologia Vulog è alla base dei servizi di car sharing WeShare di Volkswagen, Wible di Kia e Free2Move di PSA. La tecnologia Vulog fornisce 25 servizi in altrettante città di cinque continenti. Dalla pianificazione dei veicoli alla gestione della flotta e dei servizi di elaborazione di pagamenti e registrazione dei parcheggi, lo stack tecnologico di Vulog basato sull'elAborazione di dati in tempo reale garantisce l'efficienza del servizio a utenti e operatori.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...