ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùfarmaceutica

Walgreens, dalla cassaforte lussemburghese maxi cedola da 285mln euro a Pessina e Barra

Nel 2019 la holding, che ha nel cda anche Ornella Barra, partner di Pessina nella vita e nel business, ha messo a segno un risultato netto di 228 milioni di euro, in forte aumento dai 144 milioni dell’esercizio precedente

di Giuliana Licini

2' di lettura

Ha fatto il pieno di utili e distribuisce un mega-dividendo la Alliance Santé Participations, la cassaforte lussemburghese di Stefano Pessina, maggiore azionista e manager del colosso statunitense della distribuzione farmaceutica Walgreens Boots Alliance.

Nel 2019 la holding, che ha nel cda anche Ornella Barra, partner di Pessina nella vita e nel business, ha messo a segno un risultato netto di 228 milioni di euro, in forte aumento dai 144 milioni dell’esercizio precedente. Come risulta dal bilancio depositato in Lussemburgo e consultato da Radiocor, il board ha deciso di destinare a dividendo 285 milioni di euro, potendo attingere anche dagli utili riportati a nuovo che a fine esercizio totalizzano comunque ben 7,1 miliardi. L’indebitamento della holding è sceso a 116 milioni dai 264 milioni del 2018, mentre i crediti sono aumentati a 241,5 milioni da 63,5 milioni e gli asset sono saliti di 65 milioni a 7,5 miliardi. In Lussemburgo è domiciliata un’altra holding che fa capo a Pessina e a Barra, la New Cip2, costituita all’inizio del 2020 con l’incorporazione della 'prima' NewCip, creata nel 2007 e liquidata nello scorso gennaio.

Loading...

Impero della distribuzione farmaceutica

La nuova holding è controllata tramite la Alliance Participations delle Isole Cayman e ha un capitale di 1,22 miliardi di euro. Pessina, classe 1941 e ingegnere nucleare di formazione, da anni ai primi posti nella classifica degli uomini più ricchi d’Italia, ha creato assieme a Ornella Barra un vero impero nella distribuzione farmaceutica, partendo nel 1977 dall'azienda di famiglia ed espandendosi via via in Italia e all’estero, con la fusione con Unichem Group nel 1997 e con il gruppo Boots nel 2006. Un anno dopo Pessina in un leveraged buy out del valore stimato di 22 miliardi di dollari ha rilevato Alliance Boots. Tra il 2012 e il 2014 Walgreens ha acquistato il 100% della sua catena di farmacie, con la creazione di Walgreens Boots Alliance, di cui Pessina detiene - stando alle indicazioni – circa il 16%. Forbes lo accredita di un patrimonio di 8,6 miliardi di dollari, che lo rendono il 133esimo più ricco del mondo. Nello scorso luglio Pessina ha annunciato le dimissioni dal ruolo di ceo della società Usa per assumere quello di presidente esecutivo.


(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti