ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùclassifica bloomberg

Walmart, Ferrero e gli altri: ecco le famiglie più ricche del mondo

Bloomberg pubblica la classifica annuale delle dinastie sul tetto del mondo: podio interamente americano, ma si difendono bene anche la famiglia reale saudita e i proprietari di Chanel. Unici italiani in graduatoria, i giganti del Food Made in Alba

di Biagio Simonetta


default onloading pic

2' di lettura

Sono numeri da capogiro: 70mila dollari al minuto, 4 milioni all’ora, 100 milioni al giorno. Il portafoglio della famiglia più ricca del mondo viaggia più o meno così. A scriverlo è Bloomberg, nella annuale classifica delle 25 dinastie che stanno sul tetto del mondo. A fare da apripista sono i Walton, famiglia di Bentonville che detiene Walmart Inc., catena di supermercati più grande d’America e azienda in testa anche alla Fortune 500 (la classifica delle società con maggior fatturato).
Gli eredi di Sam Walton, il famigerato fondatore di Walmart, stanno accumulando ricchezza a ritmi forsennati. La loro fortuna è cresciuta di 39 miliardi 191 miliardi di dollari, da quando, nel giugno 2018, hanno raggiunto il primo posto nella classifica delle dinastie più ricche del mondo.

Podio americano
Alle spalle dei Walton, altre due famiglie americane. Si tratta dei Mars, proprietari dell’omonima azienda di barrette al cioccolato, con una ricchezza stimata in 126,5 miliardi di dollari, e dei Kochs, padroni del colosso Koch Industries che di miliardi ne hanno 124,5. La prima dinastia non americana si piazza al quarto porto, ed è la famigli reale saudita degli Al Saud, con una ricchezza stimabile in 100 miliardi di dollari. Per stessa ammissione di Bloomberg, però, le stime potrebbero essere per difetto, poiché si basa sui pagamenti cumulativi che i membri della famiglia hanno ricevuto negli ultimi 50 anni dal Royal Diwan, l’ufficio esecutivo del re. La ricchezza totale controllata è probabilmente molto più alta.

Chanel guida l’Europa
Quinto posto in classifica per la prima famiglia europea. Si tratta dei fratelli Alain e Gerard Wertheimer, che stanno raccogliendo i frutti del finanziamento che il nonno ha concesso al designer Coco Chanel nel 1920 a Parigi. Oggi sono i proprietari della Chanel e possiedono anche cavalli da corsa e vigneti. Il loro patrimonio netto è stimato in 57,6 miliardi di dollari.
E c’è un’altra famiglia parigina, alle spalle dei signori di Chanel. Si tratta degli Hermes, proprietari dell’omonima azienda, con una ricchezza stimata in 53,1 miliardi.

Gli altri
Tra i cognomi eccellenti, in questa classifica delle dinastie più ricche al mondo, i tedeschi Quandt, proprietari di Bmw, i Cox (dell’omonimo conglomerato industriale) e i Mulliez, proprierari di Auchan. Una classifica che racconta anche un altro particolare: le 25 famiglie più ricche ora controllano quasi 1,4 trilioni di dollari in ricchezza, in crescita del 24% rispetto allo scorso anno. E anche che lo 0,1% più ricco d’America controlla più ricchezza che in qualsiasi momento dal 1929 a oggi.

Ferrero unica italiana
C’è spazio anche per un’italiana, nella classifica Bloomberg sulle 25 famiglie più ricche al mondo. Si tratta della Ferrero, proprietaria dellìomonima azienda con sede ad Alba, in Piemonte. Con una ricchezza stimata in 29,8 miliardi di dollaro, i Ferrero si piazzano proprio al 25esimo posto, l’ultimo utile per entrare in questa prestigiosa lista.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...