ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCommercio

Walmart sale a Wall Street col rialzo target. E paga 3,1 mld $ per risolvere le cause negli Usa

La catena di supermercati statunitense ha migliorato l'outlook sulle vendite. E salda il risarcimento per risolvere le cause intentate da diversi Stati per il suo ruolo nella “crisi degli oppioidi”

di Patrizio Cairoli

(NurPhoto via AFP)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Balzo del titolo Walmart a Wall Street dopo la pubblicazione della trimestrale. L'utile "adjusted" per azione è infatti stato di 1,50 dollari, contro gli 1,32 dollari delle attese, su ricavi di 152,81 miliardi, superiori ai 147,75 miliardi del consensus e in rialzo di quasi il 9% rispetto a un anno prima. Walmart ha registrato una perdita netta di 1,8 miliardi (o 66 centesimi per azione) dal profitto di 3,11 miliardi (1,11 dollari per azione) dello stesso trimestre del 2021. A pesare sono stati i quasi 3,3 miliardi di dollari, o 1,05 dollari per azione, pagati per chiudere le cause e le potenziali cause relative alla crisi degli oppioidi. Walmart, che è il maggior datore di lavoro privato negli Stati Uniti, ha poi migliorato l'outlook sulle vendite, con un calo dell'utile adjusted nel prossimo trimestre che sarà inferiore a quanto precedentemente previsto.

E paga 3,1 miliardi $ per la causa sui farmaci oppioidi

La catena di supermercati statunitense, infatti, ha dichiarato che pagherà 3,1 miliardi di dollari per risolvere le cause intentate da Stati e comunità per il suo ruolo nella cosiddetta "crisi degli oppioidi" nel Paese. Come le catene di farmacie CVS e Walgreens, che all'inizio di novembre hanno accettato di pagare 5 miliardi di dollari ciascuna in accordi simili, Walmart è accusata di aver distribuito in massa antidolorifici oppioidi senza avvisare dell'elevato numero di prescrizioni. «Farmacie come Walmart hanno svolto un ruolo innegabile nel perpetuare la distruzione causata dagli oppioidi», ha commentato il procuratore generale di New York, Letitia James.

Loading...

L'eccesso di prescrizione di oppioidi, iniziato alla fine degli anni '90, ha portato a una crisi che ha ucciso più di 500mila persone in 20 anni.Sebbene la tendenza si sia invertita dal 2016, i farmaci hanno creato dipendenza e spinto alcuni pazienti verso droghe come eroina e fentanil. Walmart contesta però le accuse sul suo ruolo nella crisi e sottolinea che l'accordo non prevede alcuna ammissione di responsabilità. Ma il gruppo afferma che la risoluzione della causa è comunque «nell'interesse di tutte le parti». Oltre al denaro versato, l'azienda si è impegnata a monitorare le prescrizioni per evitare frodi e prescrizioni sospette.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti