analisiil G7 di Bari

Web tax globale al tavolo del G7 di Bari

di Davide Colombo e Gianni Trovati

G7 Economia di Bari (Ansa)

2' di lettura

Crescita e lotta alle disuguaglianze, ◾coordinamento delle istituzioni finanziarie internazionali, sicurezza come bene pubblico globale, che comprende questioni relative al contrasto del finanziamento al terrorismo, le rimesse e la sicurezza cibernetica e, infine, la tassazione internazionale, con un’attenzione particolare all’economia digitale. Si svilupperà attorno a quest’agenda il G7 Finanze che si apre di Bari che porterà nel capoluogo pugliese fino a sabato 13 maggio venti delegazioni composte dai ministri delle Finanze, i governatori delle banche centrali di Stati Uniti, Giappone, Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia e Canada. Presenti anche i vertici del Fmi, della Bce e della Banca mondiale.

Gli obiettivi del Governo
Due sono i documenti su cui si eserciterà l’azione diplomatica della presidenza italiana. Il primo riguarda il tema generale della crescita e dell’inclusione sociale mentre con il secondo documento si tenterà di definire una posizione comune sulla tassazione delle imprese che operano sul web, una posizione che dovrebbe poi tradursi in un primo schema di intervento che dovrebbe elaborare l’Ocse entro il prossimo mese di marzo. Le posizioni dei Sette Grandi, tuttavia, non sono scontate e potrebbe emergere una presa di distanza degli Stati Uniti. Nel comunicato stampa finale di sabato verranno poi registrati i passi avanti della diplomazia economica sul fronte delle azioni condivise per la lotta al riciclaggio e il contrasto del finanziamento al terrorismo nonché della collaborazione rafforzata tra le organizzazioni internazionali. Fuori dall’agenda dei lavoro di Bari il commercio internazionale e la delicata questione del protezionismo , che verrà invece discussa al G7 dei capi di Stato e di Governo che si svolgerà a Taormina a fine mese.

Loading...

Bari “blindata” per due giorni
Le delegazioni dei sette Paesi stanno arrivando in città e saranno accolte con una cerimonia di benvenuto alle 18.45 nel teatro Petruzzelli. Le zone in cui alloggeranno ministri e delegazioni e nelle quali si terranno le riunioni del vertice internazionale (rispettivamente Hotel delle Nazioni e Castello Svevo), sono chiuse al traffico e blindate. Anche intorno all'area di massima sicurezza ci saranno nelle tre giornate limitazioni al traffico e varchi di accesso con barriere in cemento anti-tir. La sicurezza sarà garantita da una ”sala di coordinamento”
allestita in Prefettura in costante collegamento con le forze dell'ordine che monitoreranno la città dalla “sala situazioni” della Questura grazie alle centinaia di telecamere attive sul territorio, droni e più di 1500 uomini.
Parallelamente agli incontri previsti dal vertice, la città vivrà un “anti-G7” fatto di sit-in, convegni e un corteo di protesta organizzato per sabato.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti