sequestrata “xtream codes”

Web tv: blitz antipirateria in Ue, stop a 5 milioni di utenti in Italia

L’operazione coordinata dalla procura di Roma e dalle agenzie Ue Eurojust ed Europol riguarda il settore delle Iptv (web tv) illegali, che consentono di usufruire gratuitamente di canali satellitari a pagamento. La Finanza oscura i 700mila utenti della piattaforma “Xtream Codes”


default onloading pic

1' di lettura

La polizia, coordinata dalla procura della Repubblica di Roma e dalle Agenzie europee Eurojust ed Europol, sta eseguendo la più vasta operazione antipirateria mai condotta nel settore delle Iptv (web tv) illegali, che ritrasmettono il segnale delle pay tv consentendo di usufruire gratuitamente dei canali a pagamento. L'operazione interessa altri 5 Paesi europei: in Italia sono coinvolti 5 milioni di utenti, che saranno ora oscurati. Si tratta di un volume d'affari di 2 milioni di euro al mese.

Nell’ambito del maxi blitz, la Guardia di Finanza ha sequestrato la nota piattaforma “Xstream Codes”, oscurando i circa 700 mila utenti che ne usufruivano. Sono otto gli ordini europei di indagine nei confronti di un’associazione a delinquere a carattere transnazionale emessi dalla Procura della Repubblica di Napoli sono eseguiti simultaneamente in Olanda, Francia, Grecia, Germania e Bulgaria con numerose perquisizioni sul territorio nazionale per smantellare le centrali ed aggredire i rilevanti proventi illeciti.

Già la scorsa settimana un’altra operazione - sviluppata dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Brescia congiuntamente al Nucleo Speciale Tutel Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza di Roma, coordinata dalla Procura della Repubblica di Brescia - aveva permesso di oscurare 114 siti internet che trasmettevano illegalmente partite di calcio e altri eventi sportivi, film e serie tv.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...