4 idee da vivere nel week end

3/5Arte

Week end musicale/ A Palermo è tempo di Piano City


default onloading pic

Dal tramonto all'alba e dall'alba al tramonto, dall'antico quartiere della Kalsa all'imbarco dei pescherecci alla Cala, al golfo di Mondello, il pianoforte illuminerà il volto di Palermo che sta riscoprendo il suo rapporto con il mare. Così fino a domenica 7 Piano City torna a Palermo con una ricca offerta di percorsi musicali, con oltre 65 concerti e 90 ore di musica, dal centro storico a quartieri come Danisinni, Ballarò e Brancaccio. Come accade a Milano, Piano City vuole essere colonna sonora della città, ideale simbiosi musicale dell'identità di Palermo, nel vivo di un ormai consolidato percorso di rinascita, premiato con il riconoscimento di Capitale Culturale 2018. I concerti di Piano City si terranno nei luoghi che meglio rappresentano la storia e le recenti trasformazioni di Palermo. Tra questi il porticciolo della Cala, la spiaggia di Mondello, il Teatro Massimo, i Cantieri Culturali alla Zisa, Palazzo Forcella de Seta e i quartieri di Danisinni e Brancaccio. Attraverso concerti, pianoforti speciali, laboratori e tributi ai grandi maestri, chiunque potrà esplorare la città, riscoprire attraverso la musica i suoi angoli più caratteristici e addentrarsi in piazze e cortili fino a ieri sconosciuti. Il Festival è organizzato da Piano City Milano, Teatro Massimo e Comune di Palermo, in collaborazione con il Conservatorio di Palermo. I concerti sul mare iniziano all'alba di sabato 6 ottobre alla banchina della Cala con le musiche originali del giovane compositore italo-turco Francesco Taskayali; dalle 6.30 gli spettatori potranno ascoltare le note del pianoforte nel suggestivo scenario del porto al sorgere del sole. Sabato 6 il concerto di Marino Formenti comincia al tramonto e prosegue fino all'alba. Un'intera notte in riva al mare, sulla spiaggia di Mondello accompagnati da musica araba, barocca, e rock, con brani di Bach, Farid al Atrash, Battiato e i Nirvana. Pianista visionario di fama internazionale, conosciuto per il suo approccio innovativo alla messa in scena, Formenti suonerà dalle 18.30 fino alle 8.00 del mattino, per regalare al pubblico di Piano City Palermo un'esperienza unica, fino al risveglio con tè alla menta. Con il sostegno di Marangi Pianoforti, dealer esclusivo per la Sicilia Steinway & Sons. La musica sul mare prosegue domenica 7 ottobre a Palazzo Forcella de Seta con una giornata di concerti di musica classica e contemporanea, in collaborazione con Manifesta 12. Alle 11.00 musiche di Debussy e Ravel con Federico Bricchetto, e alle 12.30 con Anna Maria Morici brani di Chopin, Debussy, Fauré e Ravel. Alle 14.00 Enrico Masala suonerà sue composizioni, a seguire alle 15.30 Brenda Maria Vaccaro con brani di musica americana. Da non perdere al Cassaro domenica 7 alle 12.00 con il concerto verticale di Fabrizio Grecchi in omaggio ai Beatles; il pubblico sentirà risuonare la musica dall'alto, con il pianoforte posizionato su un balcone affacciato su via Vittorio Emanuele (n. 164). In collaborazione con Le vie dei Tesori, domenica 7 dalle 19 presso Palazzo De Gregorio, nei pressi dell'Arsenale, un programma tutto romantico, con un concerto interamente dedicato a Chopin, con Eliana Grasso, e uno a Schumann, con Francesca Bandiera. La musica di Piano City Palermo arriva a Danisinni, quartiere negli ultimi anni al centro di un percorso di riqualificazione urbana e sociale. Qui domenica 7 alle 17.00 ci sarà il concerto di Marcelo Cesena, in omaggio a Ennio Morricone. A venticinque anni dall'assassinio di Padre Pino Puglisi, domenica 7 alle 12.30 Piano City Palermo rende omaggio alla storia del sacerdote e alla sua lotta contro la mafia con un concerto in piazzale Anita Garibaldi, di fronte alla Casa Museo e dove Puglisi è stato ucciso dai sicari dei fratelli Graviano. Al pianoforte il talento palermitano Davide Santacolomba con musiche di Debussy, Schubert e Chopin. Novità di questa edizione gli House Concert, grazie a coloro che hanno scelto di condividere con il grande pubblico la musica aprendo casa propria, un'occasione inedita per assistere a concerti intimi e suggestivi in spazi privati, dai palazzi storici più importanti come Palazzo Mazzarino, alla Camera delle Meraviglie, ad appartamenti di quartieri come Politeama e Albergheria.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...