ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’allerta

West Nile, di che virus si tratta e quanti casi ci sono in Italia

Due anziani gravi nel Mantovano, uno è in coma. La diffusione del virus è monitorata dal ministero della Salute

Crisanti: "Zanzare animale più pericoloso per l'uomo, eliminare quelle che trasmettono malattie"

3' di lettura

Monta l’allerta per le infezioni da virus West Nile in Italia. I casi sono infatti aumentati del 53% in sette giorni, toccando quota 144, ed anche il bilancio dei morti si fa più pesante, con 11 decessi da giugno fino al 12 agosto. Una patologia, che si sta diffondendo soprattutto nel nord Italia, che il ministero della Salute monitora attentamente ma che, avvertono comunque gli infettivologi, raramente porta a conseguenze gravi. Ma sono due gli anziani gravi nel Mantovano, uno dei quali è in coma.

Quando è stato isolato

ll virus fa parte della famiglia dei Flaviviridae ed è stato isolato per la prima volta nel 1937 in Uganda, appunto nel distretto West Nile. È diffuso in Africa, Asia occidentale, Europa, Australia e America. Ma negli ultimi anni sta circolando anche in Italia, soprattutto al Nord. La maggior parte delle persone infette - spiega il sito dell’Iss - non mostra alcun sintomo. Fra i casi sintomatici, circa il 20% presenta sintomi leggeri come febbre, mal di testa, nausea, vomito, sfoghi cutanei. I sintomi più gravi si presentano in media in meno dell’1% delle persone infette, in genere anziani o soggetti debilitati, e comprendono febbre alta, forti mal di testa, debolezza muscolare, disorientamento, tremori, disturbi alla vista, torpore, convulsioni, fino alla paralisi e al coma.

Loading...

Non si trasmette da persona a persona

La febbre West Nile non si trasmette da persona a persona tramite il contatto con le persone infette. Il virus infetta anche altri mammiferi, soprattutto equini, ma in alcuni casi anche cani, gatti, conigli. Il periodo di incubazione dal momento della puntura della zanzara infetta varia fra 2 e 14 giorni, ma può essere anche di 21 giorni nei soggetti con deficit a carico del sistema immunitario. La diagnosi viene prevalentemente effettuata attraverso test di laboratorio (Elisa o Immunofluorescenza) effettuati su siero e, dove indicato, su fluido cerebrospinale, per la ricerca di anticorpi del tipo IgM. Non esiste un vaccino per la febbre West Nile. Attualmente sono allo studio dei vaccini, ma per il momento - spiega l’Iss - la prevenzione consiste soprattutto nel ridurre l’esposizione alle punture di zanzare. Non esiste neanche una terapia specifica. Nella maggior parte dei casi, i sintomi scompaiono da soli dopo qualche giorno o possono protrarsi per qualche settimana. Nei casi più gravi è invece necessario il ricovero in ospedale, dove i trattamenti somministrati comprendono fluidi intravenosi e respirazione assistita.

La progressione dei casi

Secondo i dati della Sorveglianza su West Nile e Usutu virus, realizzata dall’Istituto superiore di sanità, dall’inizio di giugno fino allo scorso 9 agosto sono stati segnalati 144 contagi, 50 in più rispetto a 7 giorni fa con un aumento del 53%. Quattro i morti nell’ultima settimana, che portano il bilancio dall’inizio della stagione a 11 decessi: 6 in Veneto, 2 in Piemonte, 2 in Lombardia e 1 in Emilia-Romagna. L’ultimo decesso si è verificato oggi. Si tratta di un uomo bresciano. Era uno dei due pazienti più gravi dei quattro casi bresciani ed era ricoverato in ospedale.

Presenza negli animali

Tra i 144 casi di infezioni da West Nile virus nell’uomo, 87 hanno manifestato sintomi neuro-invasivi, 33 febbre, 23 casi sono stati identificati in donatori di sangue. La sorveglianza ha inoltre confermato la presenza del virus negli animali: sono risultati positivi al virus 121 pool di zanzare catturati in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Piemonte Emilia Romagna e Lombardia. Identificati anche 41 uccelli positivi e 6 focolai tra equidi. Non è stata invece rilevata alcuna positività per West Nile nelle aziende avicole.

Raccomandato vaccino nei cavalli

La diffusione del virus è monitorata dal ministero della Salute, che ha appena emanato una nuova circolare (“Prevenzione, sorveglianza ed interventi in risposta alla circolazione dei virus della West Nile disease e dell’Usutu»). Si invita a mettere in atto, si legge, «tutte le misure utili a limitare il rischio di ogni ulteriore trasmissione all’uomo e agli animali», a partire dal «segnalare tempestivamente tutti i casi probabili e confermati di malattia neuro-invasiva umana». Raccomandato anche il ricorso al vaccino anti-West Nile per i cavalli - che possono trasmettere il virus - che nella stagione estivo-autunnale vengono movimentati in aree in cui è in atto la circolazione virale (ad esempio partecipazione a manifestazioni e competizioni sportive in aree infette).

Usutu, comparsa in Friuli Venezia Giulia

Sono stati inoltre identificati in Friuli Venezia Giulia i primi due casi italiani di infezione umana da virus Usutu, un arbovirus simile al West Nile virus. I due pazienti sono asintomatici. Dall’inizio della sorveglianza, a inizio giugno, il virus Usutu è stato identificato anche in 58 pool di zanzare e 7 uccelli in Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Toscana, Lazio e Veneto. È stata invece smentita la notizia di 4 contagi da virus Usutu nel frusinate.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Appuntamento mensile con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti