la vertenza

Whirlpool, i lavoratori bloccano l’autostrada: «No alla cessione». De Luca: fare di tutto per trattenere l’azienda a Napoli

Assemblea infuocata da parte delle Rsu aziendali e poi il blocco temporaneo dell’autostrada Napoli-Pompei-Salerno. La notizia della cessione dello stabilimento napoletano da parte di Whirlpool alla Passive refrigeration solutions è stata data dall’ad dell’azienda nel corso del tavolo al Mise di martedì


Whirlpool: decreto-imprese non basta per salvare Napoli

2' di lettura

Assemblea infuocata da parte delle Rsu aziendali e poi il blocco temporaneo dell’autostrada Napoli-Pompei-Salerno, con il traffico tornato regolare già nel primo pomeriggio di mercoledì. La notizia della cessione dello stabilimento napoletano da parte di Whirlpool alla Passive refrigeration solutions (Prs), società con sede legale a Lugano che fa capo a imprenditori italiani, per produrre conteiner refrigerati, ha rialzato la tensione nel capoluogo campano. L’annuncio è stato dato martedì dall’ad di Whirlpool Luigi La Morgia al tavolo sulla vertenza convocato al ministero dello Sviluppo Economico.

LEGGI ANCHE / Whirlpool cede lo stabilimento di Napoli al gruppo Prs. Mise: scelta grave

«È chiaro che la Whirlpool prova a esasperare i sindacati e i lavoratori napoletani e a minarne la resistenza, ma abbiamo coesione e volontà per non perdere questo importante insediamento produttivo». Così il segretario generale della Uil Campania, Giovanni Sgambati, presente al presidio che è stato improvvisato mercoledì dopo l’assemblea.

Nella giornata di giovedì il coordinamento sindacale degli stabilimenti Whirlpool in Italia annuncerà lo sciopero generale dei lavoratori del gruppo. La manifestazione ha creato un forte disagio alla circolazione, ma dopo alcuni minuti i lavoratori sono rientrati in fabbrica.

Whirlpool: lavoratori bloccano autostrada A3

Whirlpool: lavoratori bloccano autostrada A3

Photogallery19 foto

Visualizza

Sulla vicenda Whirlpool è intervenuto anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, intervenuto alla trasmissione radiofonica “Barba e capelli” sull’emittente Radio Crc: «Whirlpool? Di Maio si è preso in giro da solo. Siamo nella stessa situazione di 10 mesi fa, si è fatto finta di non vedere i problemi. Abbiamo una società che ritiene che non ci siano più spazi di mercato. Credo si debba partire da qui: un gruppo di lavoro che valuti le condizioni di mercato».
«Dobbiamo fare di tutto per trattenere Whirlpool a Napoli. Siamo pronti a dare una mano, anche sotto il punto di vista finanziario, per dare dei vantaggi al'azienda. Oggi è obbligatorio fare questo lavoro: fare chiarezza sui conti. La Regione Campania è pronta, ma c'è bisogno di un piano industriale, ancora assente».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...