arte e finanza

White glove per l’asta di Abraaj Group, ma valori distanti dal 2000

di Maria Adelaide Marchesoni


default onloading pic
Purple Pearl di Charles Zenderoudi

2' di lettura

Tutti i 200 lotti della collezione d'arte del private equity Abraaj Group hanno trovato un acquirente per un totale di 4.650.500 sterline. Le opere sono state battute a Londra da Bonhams lo scorso 23 e 24 ottobre nelle aste Modern and Contemporary South Asian Art and Art of Pakistan e Modern and Contemporary Middle Eastern Art.
L'annuncio della vendita della collezione di arte mediorientale e dell'Asia meridionale del Gruppo Abraaj aveva sollevato non poche perplessità tra gli attori del mercato dell'arte araba. Se la qualità delle opere non era messa in discussione, quello che preoccupava era il livello dei prezzi attuali ben distanti da quelli di acquisizione. Già dalle stime si notavano notevoli differenziali di prezzo.

Molte delle opere che Abraaj Group e il suo fondatore Arif Naqvi hanno messo in vendita erano state acquisite a partire dal 2000, quando il mercato dell'arte araba e iraniana era ai massimi. Tuttavia, la strategia messa in atto da Bonhams di offrire le opere con una stima pari a 50.000 sterline o inferiore e messe in vendita senza riserva, si è rivelata vincente.
Senza dubbio un bel risultato, ma la perdita in conto capitale per Abraaj è stata decisamente elevata. Ecco qualche esempio. Il lotto 32 “He Is Merciful” di Mohammed Ehsai (Iran, 1939) del 2007 con una stima minima pari a 50.000 sterline è stato acquistato per 321.000 sterline, ma il suo prezzo di acquisto era più del doppio di quello attuale. Nell'aprile 2008 nell'asta International Modern and Contemporary Art a Dubai l'opera, lotto numero 100, era stata acquistata per 1,161 milioni di dollari rispetto a una stima compresa tra 100-150mila dollari.

Il lotto 24 Poet and the Bird”, dell'iraniano Parviz Tanavoli è stato battuto per 237.000 sterline (270.000 euro), ma dieci anni nell'asta di Bonahms a Dubai, Modern & Contemporay Arab, Iranian, Indian and Pakistani Art (lotto 63) del maggio 2008 è stato venduto per 480.000 dollari (euro 420.425).

Stessa sorte per il dipinto “Purple Pearl” di Charles Zenderoudi (Iran, 1937) battuto per 75.000 sterline.

CHARLES HOSSEIN ZENDEROUDI (Iran, 1937) - “Purple Pearl”Venduto per £ 75,000 (€ 85,353) premio d'asta incluso -MODERN AND CONTEMPORARY MIDDLE EASTERN ART - 24 Ott 2018

Nell'aprile 2008, nell'asta di Christie's International Modern & Contemporary a Dubai (lotto 61) è stato aggiudicato per 325.000 dollari (stima 70-110.000 sterline).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...