tlc

Wind Tre, in smart working tutti i dipendenti del call center

È stato sostanzialmente completato il processo per consentire l’attività in smart working a tutti i dipendenti Wind Tre che lavorano al call center

default onloading pic
(Imagoeconomica)

È stato sostanzialmente completato il processo per consentire l’attività in smart working a tutti i dipendenti Wind Tre che lavorano al call center


1' di lettura

È stato completato, sostanzialmente, il processo che consente a tutti i dipendenti di Wind Tre, che lavorano al call center, di poter eseguire l'attività da casa in modalità smart working.

«L’operazione realizzata dall’azienda – afferma Rossella Gangi direttrice Hr di Wind Tre – porta la quasi totalità del personale, l’85% complessivo, a svolgere la propria funzione da remoto».

Loading...

Nell’ambito dell’emergenza Coronavirus, inoltre, continua la Gangi, «l’azienda ha avviato una ulteriore serie di iniziative per rafforzare la tutela e la protezione del personale. A partire dal servizio medico potenziato e attivo tutti i giorni, a cui poter segnalare ogni situazione di potenziale rischio per la salute. L'obiettivo, aggiunge, è quello di fornire risposte tempestive, garantendo al tempo stesso la tutela della privacy».

L’azienda, dichiara la manager, «ha poi disposto in aggiunta alle garanzie già attive, un servizio di copertura assicurativa in caso di ricovero dovuto al contagio da Covid-19, valido fino a dicembre 2020. Il pacchetto prevede l’indennità da ricovero e da convalescenza, oltre ad una serie di misure per l’assistenza post ricovero».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti