ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùsardegna open 2020

World padel tour: obiettivo giovani per il debutto in Italia

Il Wpt si svolgerà a Cagliari dal 6 al 13 settembre: coinvolgere i giovani e aumentare le visualizzazioni totali in streaming che nel 2019 sono state 60 milioni.

di Marcello Frisone

default onloading pic

Il Wpt si svolgerà a Cagliari dal 6 al 13 settembre: coinvolgere i giovani e aumentare le visualizzazioni totali in streaming che nel 2019 sono state 60 milioni.


4' di lettura

Anche il padel ha la sua “champions league”: il World padel tour. E il Wpt debutta proprio dall’Italia, dalla Sardegna, dal 6 al 13 settembre, per via via snodarsi in un viaggio lungo 11 mesi attraverso Spagna, Argentina, Brasile, Messico, Francia, Belgio, Inghilterra e Svezia. Il «Sardegna Open 2020», che si disputerà a Cagliari, ha tra gli obiettivi anche quello di coinvolgere nello sport sempre più i giovani (forte delle 60 milioni di views dell’anno scorso) e dare il via a una nuova “normalità” post Covid-19 , che porterà i top player del padel, disciplina in grande crescita anche nel nostro Paese, a scontrarsi per scalare il ranking mondiale.

L’organizzazione dell’evento

Per la prima volta in Italia, il Wpt è curato da Nsa Group in partnership con la Regione Sardegna e la collaborazione della Federazione internazionale di padel (Fip) e la Federazione italiana tennis (Fit). La scelta del nostro Paese è dovuta anche al fatto che il padel sta crescendo sempre più: in Italia ci sono infatti oltre 1.500 campi affiliati alla Fit con circa 10mila atleti tesserati. Ma l’aspetto più significativo è la stima degli “amateur”: oltre 100mila attivi sull’intero territorio. Non solo. Le visualizzazioni totali in streaming dell’intera stagione del Wpt 2019 sono state superiori a 60 milioni. Insomma, bei numeri che giustificano l’interesse anche “commerciale” per questo sport.

Lo start dalla Sardegna

A settembre il capoluogo della Sardegna, diventa quindi il palcoscenico internazionale dello sport più emergente al mondo. Ospiterà il 1° Open italiano maschile/femminile, denominato appunto «Sardegna Open 2020», accogliendo i più forti giocatori al mondo di questa disciplina.
Il Sardegna Open è uno degli eventi della stagione estiva 2020 promossi dalla Regione Sardegna per rilanciare sul mercato internazionale la sua immagine di “Isola Sicura” e per diffondere - nella fase post Covid-19 - la forza e positività del messaggio di accoglienza e ospitalità.

Gli eventi in tv

Sky e SuperTennis seguiranno tutte le fasi del torneo, fornendo una copertura completa dell’evento con immagini in diretta e approfondimenti. Il World padel tour è il circuito dei tornei professionistici che coinvolge i migliori giocatori del mondo.
La Sardegna, con Cagliari, sarà l’unica tappa italiana dell’evento.

L’interesse di Nsa per il padel

Nsa Group, società specializzata in grandi eventi sportivi, ha acquisito i diritti per lo sfruttamento commerciale e l’organizzazione di tutti gli eventi del Wpt sul territorio nazionale. «Il nostro obiettivo - ha puntualizzato Marco Gamberale, presidente di Nsa Group - è portare, finalmente in Italia, lo spettacolo del migliore padel del mondo promuovendo lo sport e il nostro territorio. Nel contempo vogliamo avvicinare più persone possibili, in special modo i “giovani” alla disciplina, attraverso l’evento, ma anche valorizzando tutte le attività collaterali organizzate, con il supporto di Fit, Fip e Regione Sardegna. Oltre a ciò, come Nsa Group, puntiamo a sviluppare e a promuovere l’attività agonistica per proiettare l’Italia ai vertici delle competizioni internazionali. Il Padel non è più un “fenomeno” o un semplice trend sportivo. A conferma di questa tesi vi sono i dati delle visualizzazioni totali in streaming dell’intera stagione del Wpt 2019 superiori a 60 milioni di views».

La “formula” del torneo sardo

Il tabellone principale del «Sardegna Open 2020» prevede 28 coppie (maschili/femminili). Nello specifico le prime 22 del ranking mondiale, 2 wild card, e 4 provenienti dalla fase di “previa”.
Al tabellone principale, potranno accedere direttamente le migliori 22 coppie del ranking Wpt + 2 wild card (Wpt).
Nella fase di “previa” potranno accedere, invece, 16 coppie direttamente dal ranking Wpt (8 coppie per il circuito femminile) e 8 coppie provenienti dalla fase di “pre-previa.” Questa fase porterà alla individuazione di 4 coppie inserite poi nel tabellone principale.
Alla fase di “pre-previa” potranno accedere le successive coppie provenienti dal ranking Wpt e 4 wild card (3 per il circuito femminile) scelte in collaborazione con la Fit.
Per seguire tutti gli sviluppi del Sardegna Open 2020 sarà possibile collegarsi al sito ufficiale del torneo: www.italianopenwpt.com.

L’impegno strategico della Regione Sardegna

«Crediamo nello sport come strumento di promozione anche turistica della nostra terra - ha sottolineato il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas - e come mezzo di diffusione dei valori umani più autentici. Il Sardegna Open, nello straordinario contesto internazionale del World padel tour, rappresenta un evento di grande rilievo a livello mondiale attraverso il quale vogliamo affidare un messaggio di accessibilità e sicurezza per chi sceglie di visitare la nostra Isola».

«Grazie alla vitalità del movimento e all’azione di supporto della Fit - ha aggiunto Angelo Binaghi, presidente della Federazione italiana tennis - il Padel in Italia ormai è una grande realtà, non soltanto perché è la disciplina sportiva cresciuta più di tutte ma anche perché può contare sul dinamismo di dirigenti che sanno guardare al futuro. Ora la speranza è che i nostri atleti e le nostre atlete del padel emulino i risultati eccezionali dei loro colleghi del tennis e del beach tennis. Ci sono tutti gli ingredienti perché questa manifestazione sia un grande successo e contribuisca all’ulteriore crescita del Padel non soltanto in Sardegna ma in tutto il nostro Paese».

«Il Padel in Italia sta crescendo molto velocemente - ha spiegato Luigi Carraro, presidente della Federazione internazionale padel - come in nessun altro paese. L’assegnazione di questa tappa del World padel tour a Cagliari è un premio a chi sta contribuendo a questo autentico boom. Ringrazio la Regione Sardegna che ci ha supportato e la Fit per quanto ha fatto e continua a fare per promuovere il nostro sport».

«L’arrivo del World padel tour in Italia - ha detto Mario Hernando, direttore generale del Wpt - è un evento lungamente atteso. Tanto la tradizione sportiva italiana, quanto la crescita esponenziale degli appassionati di padel, meritano un’occasione come questa. La decisa scommessa della Regione Sardegna sugli sport ed eventi internazionali di qualità, insieme al supporto di Fit, Fip e organizzatori locali, sono stati elementi determinanti per l’arrivo del World padel tour nella splendida Italia».

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Marcello FrisoneRedattore

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: Italiano, inglese, francese

    Argomenti: Sport-Risparmio-Finanza-Norme-Tributi

    Premi: 31 marzo 2017 - Menzione d'eccellenza giornalista economico al premio Loy, banking and finance award

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti