MOTO

Yamaha: arrivano le nuove Supersport YZF-R1M 2020 e YZF-R1

di Danilo Loda


default onloading pic

3' di lettura

Yamaha non se ne sta con le mani in mano e annuncia due moto che entrano nella gamma Supersport del 2020, ovvero la YZF-R1M 2020 e la YZF-R1. Entrambe possono contare su perfezionamento e un'evoluzione del motore, a cui vanno aggiunte, migliori prestazioni delle sospensioni, carrozzeria avanzata grazie a una rivisitazione dell'aerodinamica. Come i modelli R World di punta dell'azienda, i nuovi modelli YZF-R1 e YZF-R1M 2020 offrono una migliore maneggevolezza e guidabilità grazie a un maggiore controllo elettronico utilizzabile sia in strada sia in pista.

Yamaha ha una ricca tradizione nella costruzione delle motociclette Supersport più ambite, progettate per offrire il massimo delle prestazioni in pista e strada. Basato su 22 anni di comprovata ingegneria da corsa, il le due nuove moto sono forgiate sulla base della tecnologia e dallo sviluppo ottenuti da innumerevoli sfide nelle gare MotoGP e World Superbike
Motore CP4 raffinato

Le nuove Supersport Yamaha YZF-R1 e YZF-R1M 2020

Le nuove Supersport Yamaha YZF-R1 e YZF-R1M 2020

Photogallery15 foto

Visualizza

Le nuove YZF-R1 e YZF-R1M 2020 sono equipaggiate con la nuova generazione di un esclusivo motore “crossplane” a quattro cilindri in linea da 998 cc che eroga una potenza di ben 200 CV che raggiunge i 13.500 giri/min. Bielle e cilindri offset fratturati in titanio contribuiscono a un carattere reattivo e potente, mentre la testata, gli iniettori, i bilancieri e i profili dell'albero a camme sono nuovi.

Il nuovissimo sistema dell'acceleratore “ride-by-wire” APSG (Accelerator Position Sensor Grip) basato su un sensore e un magnete, abbinato allo Yamaha Chip Controled Throttle (YCC-T), elimina i cavi dell'acceleratore e riduce il peso, garantendo al contempo un funzionamento più fluido della farfalla.

L'elettronica per una guida più fluida
Il pacchetto elettronico tecnologicamente più avanzato della linea supersportiva Yamaha completa il motore evolutivo dei nuovi modelli R1 e R1 2020. La piattaforma inerziale a sei assi proprietaria di Yamaha (IMU) che adotta l'intelligenza artificiale, continua ad essere la caratteristica chiave del pacchetto. Questa elabora i dati di assetto e velocità della ruota in tempo reale. La nuova tecnologia Brake Control (BC) che offre ai motociclisti la possibilità di scegliere tra due interventi modalità per un migliore controllo della frenata. I riders possono selezionare l'impostazione “ABS-BC1” per una maggiore frenata in linea retta, o un'impostazione “BC2” per migliorare la frenata in curva, dove la tempistica di intervento aumenta in base all'angolo di inclinazione della moto.

Un nuovo sistema EBM (Engine Brake Management) consente inoltre di scegliere tra tre livelli di forza di frenata del motore in base alle proprie preferenze individuali o alla situazione di guida su strada o su pista. Entrambe le impostazioni BC ed EBM sono regolabili tramite il controller Yamaha Ride Control (YRC) mentre tramite l'app per smartphone (solo Android) o per tablet (Android e iOS). Y-TRAC Yamaha è possibile analizzare e confrontare ogni aspetto della moto, dal regime motore all'angolo di piega, fino all'accelerazione, e di controllare anche lo stato di attivazione di vari controlli elettronici.

Sospensioni migliorate
La sospensione posteriore Öhlins Electronic Racing Suspension (ERS) è stata una delle caratteristiche principali delle prestazioni del telaio del R1. Per la versione YZF-R1M 2020 Yamaha ha previsto una nuova forcella anteriore pressurizzata NPX che presenta una bombola di gas integrata nella staffa dell'asse della forcella anteriore che va ad aggiungersi alle regolazioni dell'ammortizzatore posteriore modificate.
La YZF-R1 riceve anch'essa dei miglioramenti delle prestazioni delle sospensioni grazie a una nuova forcella anteriore Kayaba con un nuovo design interno a spessore e un ammortizzatore KYB con impostazioni interne riviste. Insieme, le modifiche comportano adattamento delle sospensioni più regolare associato a una migliore sensazione di contatto e di aderenza alla strada.

Telaio confortevole
Il telaio ridisegnato contribuisce a prestazioni di qualità superiore e una posizione di guida più confortevole per il pilota. Il nuovo design crea un aumento del 5% in termini di efficienza aerodinamica, riducendo al contempo il rumore del vento e la pressione sul pilota quando è in “piega”. Il miglioramento del comfort deriva da sezioni laterali più lisce dove le gambe entrano in contatto con la moto. La R1M 2020 riceve anche un codone in fibra di carbonio per accompagnare la carena e il parafango anteriore, anch'essi realizzati con lo stesso materiale.

I nuovi fari gemellati a LED, leggeri e compatti, ottimizzano l'illuminazione per abbaglianti e anabbaglianti e si combinano con lo stile del corpo ridisegnato per creare un nuovo frontale che simboleggia la prossima generazione del design della Serie R.

La nuova YZF-R1M 2020 sarà inizialmente disponibile in quantità limitata esclusivamente attraverso il sistema di prenotazione online Yamaha che entrerà in vigore dal 25 luglio. I colori previsti per la carena in fibra di carbonio sono Silver Blu Carbon BWM2/Carbon. Yamaha sarà disponibile nei colori Yamaha Blue DPBMC e Tech Black SMX/MBL2 da settembre 2019.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...