auto

Yaris, la quarta serie del «piccolo genio» diventa più efficiente

di Simonluca Pini


default onloading pic

3' di lettura

Sono passati 20 anni da quando Toyota lanciò la Yaris, modello capace in tre generazioni di vendere in Europa oltre 4 milioni di unità vendute nel vecchio continente di cui 500mila ibride. Con la quarta serie il marchio giapponese segna un punto di svolta rispetto al passato, a partire da un design che segue il nuovo corso stilistico del marchio fino all’inedita piattaforma Toyota New Global Architecture (TnGa-B). Attesa in concessionaria a giugno 2020, la nuova Yaris è stata progettata dai designer con l’obiettivo di realizzare una vettura capace di coniugare un maggiore dinamismo ad un spazio interno ai vertici della categoria.

Questo è stato possibile grazie all’utilizzo della nuova architettura, utilizzata in futuro sui modelli compatti del marchio, che permette un migliore posizionamento dei sedili interni. Passando alle dimensioni, la Yaris si è accorciata di 5 millimetri (scendendo sotto i 3,95 metri) rispetto alla generazione precedente mentre il passo e le carreggiate sono aumentate di 50 millimetri. La piattaforma, battezzata anche Ga-B, ha consentito la riduzione di 40 mm dell’altezza, mantenendo invariato lo spazio per la testa degli occupanti grazie alla posizione ribassata dei sedili. Più basso anche il cofano, fattore che contribuisce a migliorare la visibilità frontale. A bordo il salto rispetto al passato è esponenziale, partendo dai contenuti fino al livello qualitativo generale. La lista di dotazioni vede la presenza del Toyota Touch Screen centrale, del display multi-informazioni sul quadro strumenti e l’Head Up Display a colori da 10 pollici. Il sistema di infotainment è finalmente compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

Promossa anche l’abitabilità, più che buona per quattro adulti. La piattaforma Ga-B permette di posizionare il sedile del guidatore più in basso, verso la parte centrale della vettura (+60 mm rispetto alla versione attuale), consentendo un sensibile abbassamento del baricentro. Una scelta che ha creato inoltre una posizione di guida migliorata, dotata di maggiore ergonomia e possibilità di regolazione. Il volante è stato posizionato più vicino al conducente, con la possibilità di regolarne l’inclinazione incrementata di 6 gradi. In attesa di provarla su strada, i tecnici Toyota hanno assicurato un piacere di guida “tutt’altro che noioso” assicurato dalla piattaforma più rigida dal 35% e da sospensioni pensate per migliorare il feeling su strada. Tra i nuovi sistemi di assistenza alla guida figurano il Cruise Control Adattivo Full Range con Stop&Go e il Sistema di Mantenimento Attivo della Corsia Lta, gli stessi in dotazione su altri modelli Toyota come Corolla. Questi sistemi sono disponibili di serie su tutti i modelli Yaris.

Nuova Toyota Yaris 2020, ecco come è cambiata la piccola ibrida

Oltre alle tecnologie di assistenza alla guida, la nuova Yaris si aggiorna rispondendo agli standard di sicurezza del 2020. Ad esempio la compatta asiatica diventerà la prima vettura compatta a introdurre un airbag centrale, progettato per proteggere al meglio gli occupanti in caso di impatto laterale. Sotto il cofano arriva il motore Dynamic Force 1.5L benzina con 3 cilindri e ciclo Atkinson con fasatura variabile delle valvole, oltre al 1.0 benzina con stessa architettura.

Il powertrain ibrido è stato rivisto completamente nel layout. La batteria posizionata sempre sotto il divano posteriore, ora agli ioni di litio e non più al nichel-metallo idruro, è più capiente, ha gli stessi ingombri di prima e pesa il 20% in meno, mentre la potenza complessiva del sistema aumenta a 115 cavalli. Non manca la modalità Ev, per percorrere in elettrico circa 4-5 chilometri. Adesso la Yaris Hybrid può marciare a zero emissioni anche a 130 km/h ed è aumentato l’apporto dell’elettrico in accelerazione. La quarta generazione di Yaris continuerà ad essere prodotta in Europa, dopo un investimento di oltre 300 milioni di Euro per la Toyota Motor Manufacturing France, che consentirà all’impianto di costruire vetture basate sulla piattaforma Ga-B.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...