non aveva partita iva

Youtube, denunciato il gamer St3pny. La Gdf: «Evasione fiscale da 1 mln»


Denunciato lo youtuber Sp3pny: per la Gdf ha evaso un milione

1' di lettura

Caricava su YouTube video sulle proprie esperienze di gioco, ma non era affatto un gioco: la guardia di finanza di Firenze ha denunciato lo youtuber toscano St3pny per un’evasione fiscale quantificata in un milione di euro. Le fiamme gialle hanno ricostruito il reddito da lavoro autonomo di Stefano Lepri, fiesolano di 23 anni meglio dal popolo del web come St3pny. Il suo è il terzo canale italiano di YouTube per numero di subscriber: conta 3,7 milioni di iscritti, ci sarebbero tutti i presupposti per definire il suo lavoro come attività professale, eppure dai rilievi effettuati non St3pny risulta provvisto di partita Iva.

GUARDA IL VIDEO - Denunciato lo youtuber Sp3pny: per la Gdf ha evaso un milione

Sul proprio canale St3pny si riprende mentre gioca ai videgames o si cimenta con sfide varie ed eventuali in compagnia dei suoi amici. Le entrate pubblicitarie derivanti dalla sua attività, secondo la tesi della guardia di finanza, non venivano dichiarate nel quadro «E» dei redditi da lavoro autonomo ma nel quadro «redditi diversi». Di fatto St3pny non non avrebbe mai aperto una partita Iva, da qui la denuncia per aver «omesso di dichiarare, tra il 2013 e il 2018, ricavi per 600mila euro e di versare Iva per oltre 400mila euro», recita la nota delle fiamme gialle. «L’attività del giovane - continua la nota - era svolta in modo professionale, in quanto riceveva compensi dalle pubblicità inserite nei video che, quotidianamente, pubblicava sul proprio canale telematico. I pagamenti allo youtuber erano poi proporzionati al numero di visualizzazioni fatte dai follower».

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...