il fronte del nord

La minaccia di Zaia: «In piazza per la rivoluzione». E scoppia la polemica

Il governatore del Veneto Luca Zaia è intervenuto alla festa
del Carroccio a Conselve, in provincia di Padova: «Ci vediamo prima a Pontida e poi a Roma»

Scoppia il caso Lega: presidenti di commissione non si dimettono

Il governatore del Veneto Luca Zaia è intervenuto alla festa
del Carroccio a Conselve, in provincia di Padova: «Ci vediamo prima a Pontida e poi a Roma»


2' di lettura

Una personalità della Lega considerata tra le più moderate che invita il popolo leghista a scendere un piazza «a fare la rivoluzione», dopo la crisi di governo e il nuovo esecutivo Cinque Stelle-Pd che potrebbe nascere. «Da qui alle prossime elezioni voglio un popolo pancia a terra. Vi aspetto tutti in strada pronti a fare la rivoluzione». Così il governatore del Veneto Luca Zaia si è rivolto ieri sera ai militanti leghisti parlando alla festa del Carroccio a Conselve, in provincia di Padova, alla quale è stato presente anche Matteo Salvini. «Le piazze - ha aggiunto - devono essere piene. Ci vediamo prima a Pontida e poi a Roma».

Guarda il video - Politica e satira: la crisi vista dal web

Loading...

Guarda il video - Il j'accuse di Giuseppe Conte a Matteo Salvini

Oggi il leghista ha chiarito: conosco solo la rivoluzione della democrazia. «Chi mi conosce - ha detto - sa che quando parlo di rivoluzione io intendo la rivoluzione della democrazia, quel cambiamento, anche epocale, che viene dalla forza delle idee e dall’impegno politico. Se qualcuno pensa che io mi possa riferire alla iconografia e alla pratica della rivoluzione violenta e cruenta, o non conosce la mia storia politica, o è in malafede».

Guarda il video - Scoppia il caso Lega: presidenti di commissione non si dimettono

Faraone (Pd): gravissimo incitare alla rivoluzione
Le parole di Zaia non sono passate inosservate. «Questo è presidente di Regione e il suo capo è ancora ministro dell'Interno. Incitare i cittadini ad andare per strada ed organizzare la rivoluzione è gravissimo. Dovrebbero vergognarsi», ha scritto su Twitter il senatore del Pd Davide Faraone.

Salvini: il 19 ottobre in piazza, la giornata dell’orgoglio
Il giorno in cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito a Giuseppe Conte l’incarico, l’ex vicepremier dell’esecutivo giallo verde e leader della Lega ha annunciato che il 19 ottobre il Carroccio organizzareà na manifestazione di piazza contro il governo M5s-Pd.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti