innovazione

ZF prepara il futuro dell’elettrificazione

L’azienda tedesca lancia nuove trasmissioni dedicate a tutte le tipologie di ibride

di M.Mam.


default onloading pic

2' di lettura

ZF svelerà il suo concetto di futuro elettrificato al Salone di Francoforte, dove dal 12 al 22 settembre presenterà un lungo elenco di anteprime. La prima novità arriva dall’evoluzione dello storico cambio a 8 marce, pronto dal 2022 ad ospitare tutto il necessario per ottenere facilmente un’auto ibrida, sia essa mild piuttosto che full o plug-in, ed è adatta a tensioni di 48 V e ad alti voltaggi. Già scelta da Bmw e Fca, la«Electric Drive» è concepita per includere unità elettriche con potenze che vanno da 32 a 215 cavalli e, quindi, agevolando la realizzazione di un ampio range di nuovi modelli green. La seconda novità attesa alla kermesse tedesca arriverà dal powertrain elettrico da 190 cv, molto compatto e che porta al debutto il primo cambio a 2 marce, che si prefigge di favorire il risparmio energetico. Infatti, il secondo rapporto entra in campo da 70 chilometri all’ora con l’obiettivo di ridurre del 5% il consumo.

Un obiettivo a cui concorre anche il miglioramento delle reti elettriche ed elettroniche, che ovviamente riguarda anche il cambio destinato alle future ibride. Non solo trasmissioni e motori a zero emissioni per Zf ma anche tecnologie studiate per ottimizzare il confort e la sicurezza a brodo. Battezzata Flying Carpet 2.0, si tratta di una piattaforma digitale che controlla tutti i movimenti della scocca, attraverso i dati raccolti ed elaborati dalla nuova centralina cubiX.

All’atto pratico è in grado di coordinare il lavoro delle sospensioni attive che gestiscono singolarmente i movimenti di ogni ruota, retrotreno sterzante e freni, andando così a migliorare la dinamica del veicolo a 360 gradi.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...