calcio

Zidane lascia il Real Madrid: «È ora di cambiare». La Juve nel suo futuro?

di Redazione Online


Zinedine Zidane annuncia a sorpresa: "Lascio il Real Madrid"

2' di lettura

«Ho preso la decisione di non essere più l'allenatore del Real Madrid». Zinedine Zidane annuncia la propria decisione di lasciare il Real. In una conferenza stampa indetta a sorpresa, Zizou ha comunicato alla stampa il suo passo indietro dalla panchina madrilena.

Con il Real Madrid Zidane ha vinto le ultime tre edizioni della Champions League: due anni fa a Milano, in una sfida terminata ai rigori contro i rivali dell’Atletico Madrid, nel 2017 contro la Juventus e pochi giorni fa contro il Liverpool, battuto 3-1 grazie anche a due errori del portiere dei reds.

La notizia ha colto di sorpresa la stampa spagnola. Il quotidiano Marca, sul suo sito, ha anticipato la notizia di qualche minuto rispetto alle dichiarazioni dell’ex calciatore francese.

Champions, Zidane: "La nostra finale è domani con la Juve"

«Ho comunicato al presidente la mia decisione - ha detto Zidane -È un momento strano ma dovevo farlo adesso. Per molti questa mia decisione non ha senso - ha detto Zidane - ma per me sì. Questa squadra deve continuare a vincere e per questo ha bisogno di un cambio. Dopo tre anni io ho bisogno di qualcosa di diverso, e la squadra di altre metodologie di lavoro», ha aggiunto, «Voglio bene al club e al presidente, che ringrazierò sempre per avermi dato l'opportunità di venire qui da giocatore - ha concluso il tecnico francese - Ma oggi c'è bisogno di cambiare.

C'è stato un momento spettacolare, quando abbiamo vinto la terza Champions, ma anche momenti difficili che ti fanno riflettere. Io credo che i giocatori hanno bisogno di un cambiamento, questo club ha tanta storia ed è molto esigente, e io penso cos'altro posso chiedere a questi calciatori che con me hanno fatto così tanto? Ora però voglio ringraziare tutti».

Accanto a Zidane in conferenza stampa c'è il presidente del Real Florentino Perez: «Questa sua decisione mi ha colto totalmente di sorpresa, ma non sono riuscito a fargli cambiare idea. Ora gli dico che ci rivedremo. Se ha bisogno di una pausa è giusto che se la prenda». Nato a Marsiglia nel ’72, una carriera da calciatore prima al Cannes poi al Bordeaux per poi esplodere con la Juventus e poi proprio con il Real Madrid. Cinque stagioni con ciascuna delle due squadre. Protagonista del calcio europeo tra anni 90 e 2000, Zidane è passato alla storia per la testata a Marco Materazzi nella finale dei mondiali di Berlino del 2006 che gli valse l’espulsione, prima della sconfitta della Francia ai rigori e la vittoria dell’Italia.

Festa a Madrid, per il Real terza finale di Champions consecutiva

Al destino dei bianconeri e delle merengues Zidane è strettamente legato: secondo alcune voci Zidane potrebbe approdare per la prossima stagione alla panchina della Juventus, mentre l’attuale mister bianconero, Massimiliano Allegri, potrebbe approdare all’Arsenal, che cerca un allenatore per sostituire Arsene Wenger, che ha lasciato i gunners dopo 22 anni sulla panchina del team londinese. Zidane e Allegri vengono da due strisce parallele di vittorie consecutivi: sette gli scudetti della Juventus, tre le Champions per Zizou, il primo allenatore a portare una squadra a vincere più di una coppa di fila dal 1990 (Milan).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...