Commenti

Dossier

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N.24 articoli

Fiume di denaro

  • Lo strano derby tra Milan e Inter in Lussemburgo

    San Siro è l’unico posto al mondo in cui Milan e Inter giocano un derby sportivo. I loro destini finanziari, però, ne giocano uno diverso in Lussemburgo. È qui che Il Sole-24 Ore è andato per capirne di più ma se in un caso le porte non si sono proprio aperte (Milan) nell’altro la sorpresa ha superato ogni previsione (Inter).
    Nella sede della Rossoneri Sport Investment, che controlla il Milan, Il Sole-24 Ore è riuscito a entrare ma quando ha provato a chiedere alla reception di parlare con qualcuno della società, si è dapprima trovato di fronte a una richiesta di attesa e poi, quando un interlocutore è arrivato, la risposta è stata che la politica delle società lussemburghesi è quella della massima riservatezza e del silenzio con i media. Arrivederci e grazie.
    Nella sede della Ball investment di Eric Thohir, ancora proprietario del 31% dell’Inter, non è andata molto meglio. Il Sole-24 Ore è entrato, ha fatto la stessa domanda ma, con grande sorpresa, questa volta alla reception si è sentito dire che lì quella società non l’avevano mai sentita in vita loro. Arrivederci e grazie.
    Forse è meglio concentrarsi sulle fortune calcistiche delle due squadre ma il fatto è che si incrociano con quelle finanziarie e il crocevia è sempre il Lussemburgo.

    – di e

  • La cassaforte di CR7 nel quartiere portoghese in Lussemburgo

    Il neo juventino Ronaldo gonfia la rete ma anche il portafogli. Ed è sempre questione di passaggi. CR7, tra i più grandi calciatori di tutti i tempi, il varco per il gol sa trovarselo spesso da solo. Per gonfiare il portafogli, invece, il passaggio è quasi obbligato: Rue de Bonnevoie, Lussemburgo. Qui, in una strada non troppo lontano dalla Gare centrale, la stazione della capitale, al numero 92, ha sede la Private Trustees SA

    – dagli inviati e

    • Europa

    Dentro la holding di Cristiano Ronaldo in Lussemburgo

    Abbiamo seguito le tracce del calciatore juventino fino in Lussemburgo, in una via alle spalle della stazione dove ha sede la holding di Cristiano Ronaldo.
    CR7 non ha scelto a caso la sede della società lussemburghese alla quale ha affidato la gestione di parte dei suoi beni. Rue de Bonnevoie, infatti, è il cuore del quartiere più popolato ed è considerato il distretto portoghese della città di Lussemburgo.
    Quando il Sole-24 Ore ha raggiunto la sede della società in Rue de Bonnevoie la sorpresa vera non è stata la reazione di chi ci lavora ma quella della gente che popola la via.
    Le quattro finestre del primo piano del condominio grigio e rosa antico sono anonime come del resto lo è il portoncino di ingresso e il citofono. Quando abbiamo suonato, ad aprire, dopo non poche resistenze, è giunta una dipendente che ha promesso di farci contattare. Nessuno ha chiamato o scritto ma a compensare il silenzio della società è intervenuta la gioia dei portoghesi, “vicini di casa” di Cristiano Ronaldo senza saperlo.

    – di e