calcio mercato
Lilian Thuram e Gianluca Zambrotta in immagini d'archivio con la maglia della Juventus (Ansa)
21 luglio 2006
Zambrotta e Thuram passano al Barcellona
M. Do.

Il trionfo del Circo Massimo è stato archiviato dalle prime mosse del calcio mercato: il pallone nazionale perde pezzi da novanta, com'era scontato dopo la retrocessione della Juventus e le dure punizioni della Caf alle altre grandi per lo scandalo Moggi.


È la Spagna il Paese verso il quale si dirige la maggior parte dei campioni italiani, e in special modo gli assi della società bianconera in difficoltà. Il Real Madrid ha ufficializzato mercoledì sera l'acquisto del capitano azzurro Fabio Cannavaro e del centrocampista brasiliano Emerson, molto stimato dal neoct Fabio Capello. Oggi, dalla sponda Barcellona, arriva la notizia che altri due grandi della Vecchia Signora lasciano Torino per vestire la maglia blaugrana e fare compagnia a Ronaldinho ed Etò. Sono il laterale azzurro Gianluca Zambrotta - uno dei migliori giocatori del mondiale di Germania - e la colonna della difesa francese Lilian Thuram, che da giorni aveva mandato segnali di voler raggiungere il capoluogo catalano. Zambrotta, che ha firmato un contratto di quattro anni, viene ceduto per 14 milioni di euro pagabili in due anni; Thuram, che ha firmato invece per due anni, viene pagato dal Barcellona 5 milioni di euro, sempre in due anni. Il club blaugrana ha inoltre confermato le cifre delle clausole rescissorie dei due nuovi acquisti: 30 milioni di euro per il francese e 60 milioni per il nazionale azzurro.

Se Alessandro Del Piero e Pavel Nedved hanno garantito la loro presenza nella Juve anche per la prossima stagione, permane ancora qualche dubbio sul futuro di Gigi Buffon, considerato dalla Fifa il miglior portiere di Germania 2006. Nell'attuale fase di mercato, infatti, alle frasi di affetto e solidarietà per la Juve in difficoltà, corrispondono trattative con i più importanti club italiani ed europei per la collocazione dei giocatori più importanti. E non si parla ovviamente solo di Buffon, ma anche di Vieira, Ibrahimovic, Trezeguet. Milan, Inter, Manchester United, Real Madrid: queste le squadre verso le quali potrebbero dirigersi i campioni in uscita dalla società bianconera. Tutto sta a verificare l'esito di un valzer di casacche che vede questi acquisti strettamente collegati tra loro. E la Juventus? Oltre a Del Piero e Nedved, la Vecchia Signora può contare al momento solo su Birindelli, Chiellini, Marchionni, Bojinov, Giannichedda, Palladino e un gruppo di "Primavera". In attesa che anche in società si chiariscano le idee: il presidente Cobolli Gigli, parlando della stagione in serie B, ha sottolineato che l'attenzione primaria verrà data al conto economico. Nessuna liquidazione, dunque. Ma per il rilancio juventino non è ancora il momento.