FINANZA
Il logo di Andersen
23 aprile 2002
Andersen Italia ha deciso:
si integrerà con Deloitte



      I soci di Andersen Italia hanno deciso: la società italiana di audit affiliata al network di Arthur Andersen si integrerà con Deloitte & Touche Italia. Anche i soci di Deloitte si sono espressi a favore dell'integrazione, della quale sinora non sono stati resi noti altri dettagli.
      Il processo di integrazione tra le due organizzazioni avverrà "nell’ambito del network internazionale Deloitte Touche Tohmatsu", secondo una nota congiunta delle due imprese. I soci di entramnbe hanno dato mandato "ai rispettivi organi amministrativi delle rispettive entità di procedere alla stipulazione dei contratti".
      "Il processo d’integrazione, che verrà intrapreso una volta ottenute le necessarie autorizzazioni di legge da parte delle autorità competenti", continua la nota, "porterà in Italia alla nascita di un'organizzazione leader nei servizi professionali con competenze nella revisione contabile, consulenza aziendale, consulenza legale e tributaria e corporate finance".

      I commenti dei responsabili dell'operazione
      Giulio Uboldi, presidente di Deloitte & Touche Italia, ha affermato di "vedere nell’operazione importanti vantaggi strategici": «Andersen e Deloitte & Touche sono in Italia società di primo livello e di consolidato successo sul mercato. Tutti i nostri clienti beneficeranno del rafforzamento della nostra offerta di servizi. Entrambe le società hanno professionisti di prim'ordine e la nuova organizzazione offrirà ancora maggiori opportunità di sviluppo delle nostre persone e del nostro business».
      Enzo De Angelis, managing partner di Andersen Italia, ha affermato di essere «soddisfatto della decisione presa che si rivela un’eccellente soluzione di business e ci consente di salvaguardare le professionalità e i valori del gruppo Andersen in Italia» e ringrazia «le nostre persone e i nostri clienti che hanno continuato a dimostrarci la fiducia di sempre in un periodo particolarmente delicato».

      L'identikit di Andersen Italia
      Andersen Italia, che conta oltre 2.100 collaboratori in 13 sedi (Avellino, Bari, Bologna, Brescia, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Padova, Roma, Torino, Treviso e Verona), nel 2001 ha fatturato 243 milioni di euro.
      Le attività di Andersen Italia comprendono le "aree di servizio" assurance (revisione di bilancio e organizzazione contabile), "Business Consulting" (consulenza di direzione aziendale con le aree strategia, processi, tecnologie, persone, Digital Markets Integrated Supply Chain), "Corporate Finance" (l'area di finanza aziendale offre consulenze nel settore delle fusioni e acquisizioni, cessioni, quotazioni, joint ventures, privatizzazioni), "Human Capital" (che si occupa di benefits, piani di incentivazione, gestione delle risorse umane), "Servizi legali" (attività di assistenza e consulenza legale), "Outsourcing", (che segue lo sviluppo e la gestione di processi finanziari e amministrativi), " Risk Consulting" (l'area copre l'analisi e la gestione del rischio d’impresa in ambito tecnologico, operativo e finanziario) e il servizio di consulenza fiscale "Tax Services".

      Il network italiano di Deloitte
      Deloitte & Touche Italia, network nazionale che fa capo a Deloitte Touche Tohmatsu, è presente attraverso Deloitte Touche Spa, che si occupa di revisione contabile e certificazione, "due diligence", perizie e "investigation", Deloitte Consulting (consulenza direzionale, strategica, e-business e sistemi informativi), Ergon (ricerca di personale di direzione), Studio Professionisti Associati (tematiche tributarie e legali), Deloitte Touche Corporate Finance e Deloitte Touche Advisers - che seguono le valutazioni aziendali, le ristrutturazioni finanziarie, l'area fusioni e acquisizioni, l'assistenza alla quotazione e alla privatizzazione -, Desam (servizi contabili e outsourcing) e con Management Solutions che si occupa di organizzazione contabile, Edp audit, procedure amministrative, risk management, sistemi di contabilità analitica e controllo di gestione.
      Le sedi del network italiano di Deloitte comprendono Milano, Roma, Ancona, Bergamo, Bologna, Firenze, Genova, Napoli, Parma, Vicenza, Torino, Treviso, Cagliari, Bari, Padova, Perugia, Lecce e Massa Carrara.

      Una lunga serie di defezioni da Andersen Worlwide
      L'operazione italiana è solo l'ultima della lunga serie - ancora in corso - che ha visto una dopo l'altra le affiliate estere abbandonare Andersen Worlwide, la società svizzera a capo della rete mondiale il cui nocciolo era costituito dalla Arthur Andersen statunitense. La società, una delle "big five" mondiali nel settore dell'audit e della consulenza aziendale, nei mesi scorsi è stata travolta dal collasso della Enron e insieme all'ex gigante dell'energia di Houston è sotto tiro nelle indagini federali condotte dal Dipartimento della Giustizia Usa, dal quale è stata incriminata per ostacolo alla giustizia per la distruzione di tonnellate di documenti contabili compromettenti della società di Houston.
      Una distruzione avvenuta nello scorso autunno, prima del 2 dicembre quando l'impresa texana portò i libri in tribunale, ma dopo che gli azionisti avevano iniziato ad avviare vertenze legali contro la stessa Enron e mentre la Securities and Exchange Commission (Sec, l'equivalente Usa della Consob italiana) aveva già avviato un'inchiesta sulle pratiche contabili e finanziarie della società, ormai vicina al collasso.

      Per saperne di più

      GLI APPROFONDIMENTI
      Lo speciale Sole-24 Ore Online su Andersen
      Lo speciale Sole-24 Ore Online su Enron