Radiocor

Borsa: la mossa di Del Vecchio fa volare Mediobanca (+10%) e Generali (+3%)


I broker: annuncio Delfin aumenta volatilita' sul titolo (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 01 giu - Si scalda subito in Borsa la galassia Mediobanca-Generali dopo che Leonardo Del Vecchio ha ufficializzato di avere chiesto alla Banca centrale europea l'autorizzazione a salire fino al 20% di Piazzetta Cuccia, di cui gia' controlla il 10% circa. Proprio il titolo dell'istituto guidato da Alberto Nagel non e' riuscito a far prezzo nei primi minuti di negoziazione per poi schizzare subito oltre +13% mentre ora tratta a +9,9% a 6,34 euro. Anche Generali balza di oltre il 3% a 12,86 euro con il mercato che ovviamente specula sui possibili riflessi che la mossa di Del Vecchio potrebbe avere anche sugli assetti di controllo della compagnia assicurativa, in cui gia' detiene il 5%, come Francesco Gaetano Caltagirone

L'intervento della Delfin di Del Vecchio - sottolinea Equita - aumenta l'incertezza sull'execution del piano industriale di Mediobanca e, in prospettiva, anche su quello di Generali

Al tempo stesso, indipendentemente dagli obiettivi e dalla strategia di Delfin, - aggiunge il broker - la richiesta di salire al 20% crea un forte supporto al titolo che secondo noi resta interessante dal punto di vista fondamentale visto che 'la specializzazione di prodotto e la capitalizzazione di Mediobanca (CET1 >14%) consentono al gruppo di assorbire shock esterni di entita' molto elevata'. Per questo su Piazzetta Cuccia Equita ha rating buy e target price a 9 euro. Citi sottolinea che il titolo Mediobanca, in attesa del via libera Bce a Delfin (massimo 90 giorni) sara' soggetto "ad alta volatilita'", perlomeno fino a quando non sara' piu' chiara l'evoluzione del suo assetto azionario: "Del Vecchio - aggiungono - e' un imprenditore di successo ma con limitata esperienza nel settore bancario". Secondo Morgan Stanley, la mossa dell'imprenditore "potrebbe rappresentare un elemento di incertezza per la strategia a medio termine della banca e per la continuita' del management" che per la banca d'affari sono entrambi "elementi chiave" per il giudizio overweight con target price a 7,8 euro

Se il rialzo di Piazzetta Cuccia e' dunque legato all'aspettativa da parte del mercato che, una volta ottenuto il semaforo verde della Bce, Delfin inizi a comprare azioni sul mercato (e magari anche da alcuni azionisti storici piu' propensi ad alleggerire le proprie posizioni), quello di Generali e' da spiegarsi con i possibili riflessi che potrebbe avere sulla compagnia il progressivo rafforzamento di Del Vecchio in Mediobanca. Quest'ultima, come noto, e' infatti la prima azionista di Generali con circa il 13% e lo stesso Del Vecchio detiene gia' il 5% nella compagnia triestina in un complesso di soci italiani, che comprende tra gli altri anche Caltagirone (col 5,1%), i Benetton (con il 4%) e De Agostini (1% circa). Un Del Vecchio piu' forte in Mediobanca potrebbe aprire alla definizione di nuovi equilibri nelle Generali? Forse: sono tutte ipotesi su cui inizia a interrogarsi il mercato che, nel frattempo, premia sia il titolo Mediobanca sia quello del Leone.

Che-b

(RADIOCOR) 01-06-20 10:23:14 (0195)ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti