Radiocor

Mattarella: 2 giugno sia giornata emblematica di inizio nostra ripartenza


Stretti tra dolore e volonta' ripresa e rinascita (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 01 giu - "Il 2 giugno, domani, si celebra l'anniversario della nascita della nostra Repubblica. Lo faremo in una atmosfera in cui proviamo nello stesso tempo sentimenti di incertezza e motivi di speranza. Stretti tra il dolore per la tragedia che improvvisamente ci e' toccato vivere e la volonta' di un nuovo inizio. Di una stagione nuova, nella quale si possa uscire al piu' presto da questa sorta di incubo globale"

Cosi' il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del Concerto dedicato alle vittime del coronavirus nel 74mo anniversario della Festa Nazionale della Repubblica, diretto dal maestro Daniele Gatti e con l'orchestra del Teatro dell'Opera di Roma. "Accanto al dolore per le perdite e per le sofferenze patite avvertiamo, giorno per giorno, una crescente volonta' di ripresa e di rinascita, civile ed economica" ha detto Mattarella ricordando che "la nascita della Repubblica, nel 1946, segnava anch'essa un nuovo inizio. Superando divisioni che avevano lacerato il Paese, per fare della Repubblica la casa di tutti, sulla base dei valori di liberta', pace e democrazia". Il Capo dello Stato ha rimarcato che "allora si reagiva ai lutti, alle sofferenze e alle distruzioni della guerra. Oggi dobbiamo contrastare un nemico invisibile, per molti aspetti sconosciuto, imprevedibile, che ha sconvolto le nostre esistenze e abitudini consolidate. Ha costretto a interrompere relazioni sociali, a chiudere le scuole. Ha messo a rischio tanti progetti di vita e di lavoro. Ha posto a prova durissima la struttura produttiva del nostro Paese

Possiamo assumere questa giornata come emblematica per l'inizio della nostra ripartenza".

nep

(RADIOCOR) 01-06-20 18:58:30 (0469) 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti