Radiocor

Wall Street: apre poco mossa (Dj -0,1%) dopo peggior semestre in decenni

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - New York, 01 lug - Apertura poco mossa a Wall Street. Ieri, si e' chiuso il primo semestre del 2022: lo S&P 500 ha perso il 20,86% e ha registrato il peggior primo semestre dal 1970, quando perse il 21,01%. Il Dow Jones e lo S&P 500 hanno registrato il peggior trimestre dai primi tre mesi del 2020, quando il mondo fu scosso dalla pandemia. Il Nasdaq Composite ha perso oltre il 22% nel trimestre, il peggiore dal 2008. A pesare, in questi mesi, sono stati diversi fattori: l'inflazione ai massimi degli ultimi 40 anni, il veloce rialzo dei tassi d'interesse, la guerra della Russia contro l'Ucraina, i lockdown in Cina per il Covid-19, i problemi alle catene di approvvigionamento. Le attenzioni degli investitori restano sull'inflazione, sui tassi d'interesse e sul pericolo di recessione. L'inflazione resta vicino ai massimi degli ultimi 40 anni, ma a maggio il dato Pce 'core', il piu' seguito, e' leggermente sceso rispetto ad aprile (dal 4,9% al 4,7% annuale, contro attese per un 4,8%). L'economia statunitense, ha detto il presidente della Fed, Jerome Powell, "e' ben posizionata per resistere a un inasprimento della politica monetaria". "La Fed e' disposta ad avere una crescita piu' moderata, se questo serve a fare in modo che l'offerta si riallinei alla domanda", ovvero a far scendere l'inflazione.

Nonostante gli sforzi che saranno fatti, pero', "non e' detto che la Federal Reserve riesca a garantire un atterraggio morbido", tanto piu' che "la guerra in Ucraina ha reso il lavoro della Fed e delle altre banche centrali piu' complesso". Powell ha poi ribadito "l'impegno ad avere successo nel riportare l'inflazione al target del 2%". Nella lotta all'inflazione, da registrare anche l'intervento della presidente della Federal Reserve di Cleveland, Loretta Mester: "Se le condizioni economiche dovessero restare cosi', approverei un altro aumento dei tassi d'interesse di 75 punti base". Due settimane fa, la Fed ha alzato i tassi d'interesse di 75 punti per frenare l'inflazione; si e' trattato del maggiore aumento dal 1994. Mester, che e' una componente con diritto di voto del Comitato di politica monetaria della Fed (Fomc), ha spiegato che "non ci sono i numeri sull'inflazione necessari per pensare di tornare a un aumento di 50 punti".

La prossima riunione e' prevista alla fine di luglio.

Dopo i primi minuti di scambi, il Dow Jones cede 29,78 punti (-0,10%), lo S&P 500 perde 6,94 punti (-0,18%), il Nasdaq e' in ribasso di 25,77 punti (-0,23%). Lunedi', i mercati resteranno chiusi: il 4 Luglio, infatti, si festeggia l'Indipendenza. Il petrolio Wti al Nymex guadagna il 2,52% a 108,43 dollari al barile. Bitcoin in lieve recupero, ma ancora sotto i 20.000 dollari; ieri, ha registrato il peggior trimestre dal 2011 e il peggior primo semestre, e il peggior mese, della sua storia.

AAA-Pca

(RADIOCOR) 01-07-22 15:36:34 (0383)NEWS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti