Radiocor

Borsa: Europa ancora frastornata dal semestre nero, Milano chiude con un timido +0,3%

Giu' banche e St. Euro riaggancia 1,04 dollari sul finale (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 1 lug - Le Borse europee restano frastornate dopo il semestre nero, che ha visto l'Eurostoxx50 perdere il 20% e Wall Street registrare la peggiore performance dal 1970 (-20,8% S&P500), e non riescono a rialzare con convinzione la testa in una seduta molto volatile e segnata dall'attivita' manifatturiera ai minimi da 22 mesi e dall'inflazione in accelerazione all'8,6% nell'area dell'euro. Il timore degli investitori e' quello della recessione economica in arrivo, avvicinata inoltre dalla necessita' per le banche centrali di porre un freno all'impennata dei prezzi.

Piazza Affari ha chiuso le contrattazioni a +0,29% nel Ftse Mib ma anche gli altri indici sono rimasti vicini alla parita'. Negativa Amsterdam (-0,5%) a causa della caduta del settore chip visti i segnali di debolezza della domanda annunciati da Micron Technology e Tsmc. Sul Ftse Mib StMicroelectronics (-2,9%) e' stata tra i piu' penalizzati cosi' come sono stati venduti i titoli del settore bancario a causa dell'incremento prevedibile del rischio di credito e della volonta' di Bce di suggerire cautela su buyback e dividendi (-3% Bper, -2,3% Banco Bpm, -0,7% Intesa Sanpaolo).

Acquisti sui difensivi con Recordati, Amplifon e Diasorin in evidenza. Bene Leonardo (1,9%) grazie alla maxi commessa polacca per gli elicotteri. Ancora altissima volatilita' per Saipem (+8,3% le azioni ordinarie, -19% i diritti): nella prima settimana dell'aumento di capitale, il prezzo dei diritti di opzione per sottoscrivere l'operazione e' crollato de 95% mentre quello delle azioni e' praticamente raddoppiato.

Sul mercato valutario, l'euro soffre le prospettive economiche dell'eurozona e arretra fino ai minimi da gennaio 2017 nei confronti del dollaro: il cambio ha comunque riagganciato quota 1,0405 sul finale da 1,0464 di ieri in chiusura. Euro/yen a 140,69 da 142,17. Dollaro/yen a 135,23 da 134,99. Petrolio in rialzo del 2% con il Brent settembre a 110,87 dollari al barile e il Wti agosto a 108,10 dollari al barile. Gas naturale in rialzo del 2,4% a 148 euro per megawattora.

Fon

(RADIOCOR) 01-07-22 17:41:58 (0455)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti