Radiocor

***Edison: Monti, con jv su rinnovabili azienda riposizionata, pronti a eventuale dividendo

L'ad: arrivano nuove risorse per investimenti (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 03 dic - La joint venture nelle rinnovabili con Credit Agricole Assurances, a cui verra' ceduto il 49% di Edison Renewables, portera' una robusta dose di liquidita' che consentira' a Edison di affrontare un importante piano di investimenti, puntando sulle tre gambe della transizione energetica: energie verdi, efficienza energetica e clienti retali, sfruttando anche la prossima liberalizzazione del mercato.

Nicola Monti e' amministratore delegato di Foro Buonaparte da luglio 2019 e in un colloquio con Radiocor, anche a valle della completa cessione degli idrocarburi conclusa a fine 2020, puo' affermare che 'il riposizionamento strategico dell'azienda e' concluso ed e' chiaro che cosa vogliamo fare dal punto di vista industriale'.Da quello finanziario, 'abbiamo abbattuto il capitale sociale, che risaliva ancora ai tempi della Montedison, per avere una societa' pulita, riproporzionata e sana, in grado di distribuire i dividendi ai soci in presenza di utile, come ci aspettiamo possa avvenire quest'anno'. Cosa che permetterebbe agli azionisti di risparmio di recuperare le cedole degli ultimi quattro anni, se il livello di utile lo consentisse.

Proprio lo sviluppo delle rinnovabili subira' un'accelerazione grazie all'ingresso di Credit Agricole Assurances nel capitale di Edison Renewables, (Clifford Chance ha assistito Edison come advisor legale), valutata oltre 2 miliardi di enterprise value. Al netto del debito per la capogruppo significa nuove risorse che verranno investite sugli asset green. L'obiettivo, ricorda Monti, e' di passare dagli attuali 1,1 GW di capacita' installata (quasi tutto eolico) a 4 GW al 2030 ben bilanciati tra eolico e fotovoltaico: 'Una crescita, tutta in Italia, di cui la meta' e' gia' stata individuata tra revamping dell'attuale eolico e pipeline di fotovoltaico e un'altra meta' e' da fare, puntando soprattutto sullo sviluppo endogeno, per l'M&A c'e' tempo, magari piu' avanti quando i prezzi saranno piu' equilibrati'. Per salire di 3 GW si prevedono investimenti per 2,5-3 miliardi: Edison Renewables partira' con poco debito per agire anche sulla leva e avra' al suo interno tutte le capacita' di gestione inoltre stringera' un contratto di sviluppo con Edison per ingegneria e sviluppo, oltre che per la vendita di energia.

che

(RADIOCOR) 03-12-21 20:26:03 (0667)NEWS,ENE,UTY 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti