Radiocor

Borsa: Europa contrastata a meta' giornata, a Milano (+0,04%) corre Saipem

Sale il valore del greggio e del gas. Euro a 1,056$ (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 05 dic - Borse europee in cerca di direzione a meta' giornata, con gli investitori che effettuano operazioni di piccolo cabotaggio, in vista della chiusura del 2022. Intanto i mercati si interrogano sull'andamento dell'economia mondiale, che potrebbe ricevere il supporto della congiuntura cinese se le autorita' continueranno ad allentare le misure anti-Covid, come avvenuto negli ultimi giorni. Preoccupa tuttavia la politica delle banche centrali che potrebbe rimanere restrittiva per combattere l'inflazione. Venerdi' scorso e' emerso che negli States sono stati creati 263mila posti di lavoro nel mese di novembre, oltre le attese degli analisti.

Venerdi' prossimo sara' seguito con attenzione il dato Usa sui prezzi alla produzione. Oggi, intanto, e' stato diffuso il dato che a ottobre le vendite al dettaglio europee sono calate dell'1,8% rispetto a settembre.

A meta' giornata Milano e Madrid (entrambe +0,04%)oscillano sulla parita', Francoforte perde lo 0,48%, Parigi lo 0,34%, Amsterdam lo 0,14%, mentre Londra sale dello 0,3%. Lo spread e' in calo 187 punti e il rendimenti dei Btp a dieci anni si attesta al 3,71%. I future americani sono deboli.

A Piazza Affari sono ben impostate le azioni oil, sulla scia del rialzo del greggio (il wti di gennaio si attesta a 82,2 dollari al barile, +2,78%). Tenaris sale dell'1,3%, Saipem del 4,8%. E' piu' indietro Eni (+0,37%), anche se gli analisti sono positivi sulla societa', che venerdi' ha annunciato l'acquisizione di Plt. Moncler guadagna l'1%, sull'auspicio che accelerino le vendite in Cina, dopo gli annunci delle autorita' sulle misure anti-Covid. Sono contrastate le banche, perdono quota le Amplifon (-2,3%) e le Nexi (-1,3%), mentre e' volatile Tim (+0,3%), risentendo dell'incertezza sul futuro della compagnia.

Fuori dal paniere principale, la Juventus guadagna lo 0,95%, nonostante il cda abbia approvato un nuovo bilancio con una perdita di 239,3 milioni di euro, 12,5 milioni in piu' dell'esercizio precedente.

Sul fronte dei cambi, l'euro passa di mano a 1,0564 dollari (venerdi' a 1,048 dollari) e a 142,91 yen (141,94). Il cross dollaro/yen e' a 135,38 (135,34). Infine il gas e' in rialzo, ma sotto i massimi della mattina: il contratto di gennaio scambia a 137 euro in progresso dell'1%.

emi-

(RADIOCOR) 05-12-22 13:10:39 (0333)NEWS,ENE 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti