Radiocor

Borsa: Europa parte di slancio, a Milano (+1,4%) focus su Tim e balzo Tenaris

Euro sotto 1,020 dlr, prezzo gas vola (+6%) a 180 euro a MWh (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 07 - Puntano al rimbalzo le Borse europee e partono con slancio, con il mercato che continua a interrogarsi su recessione e inflazione. Dopo due sedute di vendite, tornano gli acquisti, in una giornata densa di dati macro e di appuntamenti con le banche centrali. Milano sale dell'1,45%, Parigi dell'1,3%, Francoforte dell'1,2%, Madrid dell'1% e Amsterdam dell'1,5%.

In Europa, delude l'atteso dato sugli ordini industriali in Germania a maggio (+0,2% contro attese di +0,4%), attenzione ai verbali della Bce che saranno diffusi a meta' giornata.

Gli effetti della crisi energetica (il gas oggi e' oltre i 180 euro al MWh) sono quelli che preoccupano maggiormente gli investitori europei. Dagli Usa, dopo che i verbali dell'ultima riunione della Fed hanno confermato le attese di un rialzo dei tassi a luglio di 50-75 punti base, gli occhi sono puntati sugli interventi di due membri della banca centrale americana, Bullard e Waller, che potranno aggiustare ancora il tiro. Attenzione anche ai dati Usa in arrivo nel pomeriggio, con i sussidi alla disoccupazione che anticipano i numeri del mercato del lavoro di domani.

Sull'azionario milanese, occhi puntati su Tim (+1,7% dopo una partenza a +3,4%) all'indomani del cda che ha deciso la riorganizzazione del gruppo e il perimetro del piano di separazione della rete. Oggi la presentazione. In recupero tutti gli oil, con Saipem che riprende l'8,74% e con Tenaris in testa (+6%) spinta dagli analisti di Jefferies che hanno alzato il giudizio da hold a buy e il target price da 15,50 a 20 euro. In rialzo anche Eni (+1,7%). Acquisti su automotive e banche, restano indietro le utility e i farmaceutici.

Azimut dopo un -2% in avvio con stop in volatilita' e' rientrata e sale dello 0,7%.

Sul mercato valutario, l'euro dopo un tentativo a 1,022 sul dollaro torna a 1,018 (1,1017 ieri in chiusura). Euro/yen a 138,42, dollaro/yen a 135,8, poco mossi. Petrolio incerto sulla direzione da prendere dopo la due giorni di passione: il Brent e' a 100,78 dollari (+0,10%) e il Wti a 98,58 (+0,05%), mentre il future agosto del gas naturale in Europa sale del 6,6% a 182,3 euro al megawattora.

Chi

(RADIOCOR) 07-07-22 09:29:33 (0183)NEWS,ENE,PA,IMM,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti