Radiocor

***Generali: si chiude l'avventura di Invag, Mediobanca sale al 12,87%

Si scioglie il veicolo di imprenditori con 0,77% del Leone (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 08 dic - Volge al termine l'avventura di Invag, holding nata nel 2007, anche su iniziativa di Mediobanca, e che controllava inizialmente l'1,34% delle Assicurazioni Generali (dal 2019 la quota e' scesa a circa lo 0,77%). Tra i suoi soci c'erano alcuni dei principali imprenditori italiani, come Ferrero, Arvedi, Gavio, Minozzi e Lavazza, oltre ovviamente alla stessa Piazzetta Cuccia.

Del resto, la cassaforte e' arrivata alla sua scadenza naturale, fissata fin dal principio dallo statuto al 31 dicembre 2022, e cosi' - come ricostruito da Radiocor - nelle scorse settimane i suoi principali soci hanno definito in un'assemblea straordinaria le modalita' di scissione, con la 'dote' patrimoniale che ricevera' ciascuno di essi.

Mediobanca, per esempio, avra' diritto tra l'altro a un pacchetto pari allo 0,1% delle Generali e portera' cosi' la partecipazione complessiva nel Leone al 12,87%. Aurelia (cassaforte dei Gavio) ha espresso la preferenza di acquistare ai blocchi, direttamente da Invag, la propria quota parte di azioni di Generali, anch'essa stimabile nello 0,1%. L'Arca di Modena dei Panzani-Zannoni ha invece optato per una doppia strada: cessione a terzi della quota parte di azioni Generali necessaria per rimborsare la quota parte del debito contratto inizialmente da Invag con Mediobanca e Bper (oggi complessivamente pari a 90 milioni) e acquisto ai blocchi dei titoli residui.

che

(RADIOCOR) 08-12-22 18:10:07 (0405)NEWS,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti