Radiocor

Borsa: Europa contrastata a meta' seduta, Milano (+0,3%) tra i listini migliori

Euro prova di nuovo l'allungo sul dollaro (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 11 ago - Si e' attenuato l'effetto dell'inflazione Usa sui mercati azionari: dopo la reazione brillante dei listini ai dati che segnalano un primo stop nella corsa dei prezzi al consumo, le Borse europee sono tornate timide e aspettano i dati Usa sui prezzi alla produzione di luglio e sui sussidi di disoccupazione.

Sia gli analisti sia alcuni rappresentanti della Federal Reserve hanno comunque segnalato che il rallentamento dei prezzi non e' sufficiente a far cambiare verso alla politica monetaria. Se i futures di Wall Street puntano comunque al rialzo, in Europa sono solo Madrid (+0,5%) e Milano (+0,3%) ad avere una direzione positiva, mentre Parigi e Londra cedono lo 0,2% e Francoforte (-0,07%) e' frenata dall'automotive e da Siemens dopo la prima perdita trimestrale in 12 anni.

A Milano bene Diasorin, Tim e Inwit, in rialzo i petroliferi: Eni e Tenaris salgono di oltre un punto percentuale, Saipem (+0,9%) sfrutta i nuovi contratti firmati in Angola. Debole Pirelli (-1%) mentre Salvatore Ferragamo (+1,9%) sfrutta l'accordo con il marketplace Usa Farfetch. Nel resto d'Europa spicca il +9% di Aegon dopo i conti trimestrali e l'acconto sul dividendo oltre le attese, mentre precipitano Sanofi (-11%) e GlaxoSmithKline(-8%) per i timori legate alle cause legali contro il farmaco Zantac.

Sul mercato valutario l'euro e' vicino a testare nuovamente la soglia degli 1,0350 dollari che ieri non era riuscito a rompere sulla scia dei dati Usa. In risalita il petrolio con il Brent ottobre a 98,1 dollari al barile e il Wti settembre a 92,6 dollari al barile. Il gas naturale supera i 210 euro al megawattora ed e' scambiato a 211 (+3%) nel contratto settembre del Ttf.

fon

(RADIOCOR) 11-08-22 13:10:22 (0231)NEWS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti