Radiocor

Borsa: non crede a crisi governo, Milano esce indenne da giornata con un +0,4%


(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 13 gen - Le tensioni interne al governo Conte non sembrano impattare su Piazza Affari che migliora nel finale di seduta, chiudendo a +0,43%, dopo il faccia a faccia tra il premier e il presidente Sergio Mattarella al Quirinale. Un colloquio, seguito dalle rassicurazioni di Conte ('si va avanti solo con tutta la maggioranza') che ha coinciso anche con una discesa dello spread a 110 punti (da 115). E cosi' a fine seduta, il Ftse Mib e' l'indice migliore in Europa, con il resto dei listini inchiodato poco sopra la parita'. In attesa della stagione delle trimestrali, gli investitori hanno guardato all'evoluzione delle misure anti-Covid ma anche alle mosse delle banche centrali: se negli Usa, infatti, tiene banco il dibattito sui tempi per un rallentamento negli acquisti di asset da parte della Fed, in Europa la presidente Bce, Christine Lagarde, ha rassicurato su un approccio flessibile di Francoforte sul programma di acquisti pandemico. Sullo sfondo, restano le preoccupazioni per l'aumento dei casi Covid, mentre a Washington si fa strada l'ipotesi di un impeachment del presidente Trump prima del passaggio di consegne con Biden. A Piazza Affari deboli i bancari, piu' sensibili alle tensioni governative, da Bper (-1,2%) a Bpm (-1,1%). La peggiore e' Leonardo (-1,9%) con gli analisti che chiamano in causa anche l'impatto "reputazionale" dovuto all'inchiesta per tangenti che coinvolge dieci manager (e vede il gruppo aerospaziale come parte offesa). In testa al listino si piazzano Azimut (+3,9%) grazie alle stime di un utile sopra le attese per il 2020 annunciate dal management e Hera (+2,9%) nel giorno del piano industriale che stima al 2024 un mol a 1,3 miliardi, con investimenti per 3,2 miliardi. Sul fronte valutario e' stabile l'euro-dollaro a 1,215 mentre la divisa unica e' scambiata a 0,891 contro la sterlina (0,894 ieri in chiusura) e 126,34 yen (126,74).

Debole il petrolio con il Wti di febbraio piatto a 53,2 dollari e il Brent di marzo a 56,4 dollari (-0,3 per cento).

Enr-

(RADIOCOR) 13-01-21 17:40:05 (0586)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti