Radiocor

Scozia: Johnson non concede referendum, Sturgeon, "aumentera' sostegno per indipendenza"


(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 14 gen - Il primo ministro britannico Boris Johnson ha respinto ufficialmente in una lettera inviata questa mattina la richiesta avanzata prima di Natale dal primo ministro scozzese Nicola Sturgeon di poter indire un nuovo referendum sull'indipendenza. Per poter procedere in tal senso, Dublino deve chiedere il permesso a Londra, permesso, che come ampiamente previsto e anticipato da Johnson in campagna elettorale, e' stata rifiutato. Nella lettera inviata a Sturgeon, Johnson respinge la richiesta di referendum non solo per il momento, (come aveva fatto la Theresa May quando sul suo tavolo era giunta una richiesta analoga dopo il referendum sulla Brexit del 2016) e nemmeno a fino a dopo le nuove elezioni generali in Scozia nel 2021 ma piu' in generale nel futuro prossimo e meno prossimo. Questo sulla base del fatto che a suo parere la questione e' gia' stata risolta una volta per tutte con il referendum del 2014. "Lei e i suoi predecessori - scrive Johnson - avevate fatto una promessa personale che il referendum del 2014 rappresentava un'occasione da una volta in una generazione. Il governo britannico continuera' a far valere la decisione democratica del popolo scozzese e la promessa che voi avete fatto. Per questa ragione, non posso accettare qualsiasi richiesta di un trasferimento di poteri che porterebbe a ulteriori referendum sull'indipendenza". Secondo Johnson inoltre un nuovo referendum sull'indipendenza protrarrebbe la stagnazione politica che si e' registrata in Scozia nell'ultimo decennio, con il risultato che scuole, ospedali e posti di lavoro verrebbero "nuovamente lasciati indietro a causa della campagna per separarsi dal Regno Unito". Nella sua replica, oltre che ricordare che la Scozia ha votato a favore di rimanere nella Ue nel 2016 a differenza dell'Inghilterra, Sturgeon ribatte che l'intransigenza di Johnson non fara' altro che aumentare il supporto per l'indipendenza della Scozia". Secondo Sturgeon, Johnson ha dimostrato "il massimo disprezzo per i voti, le opinioni e gli interessi del popolo della Scozia". "Il problema - aggiunge Sturgeon - e' che piu' a lungo il governo britannico blocca un nuovo referendum e piu' dimostra che l'unione di Westminster non e' una partnership di uguali e di conseguenza piu' aumentera' il supporto per l'indipendenza".

Cop

(RADIOCOR) 14-01-20 15:39:26 (0419) 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti