Radiocor

Telecom: ceo Vivendi, grande potenziale, con noi tornera' player in Europa


"Molto bene accolto" nostro gesto in assemblea 29 marzo (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Parigi, 15 apr - Vivendi resta fiduciosa sull'esito della sua campagna in Italia e sottolinea l'impegno di lungo termine in Telecom, azienda di "grande potenziale" a cui vuole ridare il ruolo di attore primario delle tlc europee. Lo ha detto il ceo del gruppo francese, Arnaud de Puyfontaine, rispondendo alla domanda di un azionista all'assemblea annuale a Parigi, che gli chiedeva spiegazioni sulla "guerra persa in Italia". Il ceo, ricordando il motto che recita "Roma non e' stata costruita in un giorno", ha sottolineato che "serve tempo per un grande progetto" La motivazione di Vivendi - ha aggiunto - e' "di poter costruire un progetto ambizioso, paneuropeo e i due Paesi piu' vicini storicamente e culturalmente sono la Francia e l'Italia". Telecom Italia - ha evidenziato de Puyfontaine - "e' un'azienda che offre molto potenziale, lo dico e lo ribadisco. E' un'azienda che vogliamo accompagnare nel tempo, vogliamo restituirle la posizione di attore essenziale nel settore degli operatori delle telecomunicazioni europee". E' vero - ha poi aggiunto - che "la strada non e' stata semplice fino ad oggi, ma Vivendi e' un investitore industriale e di lungo termine. Considero che l'assemblea generale di Telecom Italia il 29 marzo ha permesso a Vivendi di dare un segnale, che e' stato molto ben accolto in Italia, di volonta' di poter contribuire in quanto attore industriale al progetto di lungo termine di Telecom". In conclusione, de Puyfontaine resta "fiducioso della possibilita' di Vivendi di poter costruire un successo in Italia".

gli-col

(RADIOCOR) 15-04-19 18:50:19 (0520)INF 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti