Radiocor

Borsa: frenata cinese non ferma i listini, Milano chiude a +0,5% ma Tim -3%

Mercati senza la bussola di Wall Street ferma per festivita' (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 17 gen - Giornata positiva per i listini azionari europei in una giornata priva di indicazioni da Wall Street, chiusa per il Martin Luther King Day. Il rallentamento dell'economia cinese, che nel quarto trimestre del 2021 ha frenato la propria crescita meno di quanto temuto dagli analisti, non ha spaventato gli investitori, rassicurati anche dalla decisione della banca centrale della Repubblica popolare di intervenire tagliando i tassi a medio termine. La parola d'ordine rimane comunque "prudenza", alla luce della diffusione della pandemia di Covid e delle prospettive di stretta sul fronte della politica monetaria. A Piazza Affari il Ftse Mib e' salito dello 0,53% mentre tra gli altri listini continentali e' in rosso solo Amsterdam, zavorrata dal tonfo di Unilever. Tra i principali titoli milanesi, Tenaris (+2,39%) ha approfittato dei segnali incoraggianti arrivati dalla crescita dell'attivita' delle trivelle Usa. Bene anche Moncler (+1,55%) e Diasorin (+1,54%), mentre Tim (-3,12%) ha scontato le indiscrezioni sui piani di Cdp che metterebbero in secondo piano l'ipotesi opa. Sul mercato dei cambi, l'euro passa di mano a 1,1404 da 1,1420 venerdi' in chiusura. La moneta unica e' indicata anche a 130,65 yen (da 130,00), mentre il rapporto dollaro/yen e' a 114,58 (da 113,84). Chiusura poco mossa per il prezzo del petrolio: il Brent marzo e' scambiato a 86,15 dollari al barile (+0,15%), il Wti febbraio a 83,97 dollari al barile (+0,18%).

Ppa-

(RADIOCOR) 17-01-22 17:42:10 (0451)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti