Radiocor

***Coronavirus: anche S&P taglia stime Asia-Pacifico, Pil Cina 2020 a 2,9% (da 4,8%)


Per il Giappone si aggravera' recessione (-1,2% da -0,4%) (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 18 mar - Dopo Moody' anche Standard & Poor's Global Ratings taglia le stime di crescita dell'area Asia-Pacifico a meno del 3% nel 2020 a fronte della recessione che si annuncia a livello globale per il Coronavirus. Nello specifico, le previsioni per il pil cinese sono state ridotte al 2,9% (da 4,8%), quelle dell'India solo leggermente ritoccate (da 5,7% a 5,2%) mentre per il Giappone si prevede un aggravarsi della recessione da -0,4% a -1,2%. "Lo choc in Cina nel primo trimestre e' stato enorme, se a cio' si aggiungono le misure restrittive in Usa ed Europa e la diffusione del virus, per l'area Asia Pacifico si annuncia una profonda recessione, - sottolinea Shaun Roache, capo economista Asia-Pacifico di S&P Global Ratings - dove per recessione si intendono due trimestri di crescita ben sotto il trend, che determineranno a loro volta un aumento della disoccupazione" Del resto, si argomenta, l'entita' del rallentamento cinese si intuisce dai primi dati del 2020, con la produzione industriale e le vendite al dettaglio che sono crollate rispettivamente del 14% e del 21%. Le misure adottate dalle banche centrali mondiali, conclude S&P, sicuramente potranno aiutare a mitigare gli effetti negativi della situazione ma le tempistiche del recupero dipenderanno da quanto si riuscira' a contenere la diffusione del virus.

Che

(RADIOCOR) 18-03-20 11:12:23 (0245)NEWS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti