Radiocor

Borsa: prevale cautela a meta' seduta con rendimenti in rialzo, Milano -0,9%

A Piazza Affari pesa anche effetto stacco cedole (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 18 ott - Borse europee deboli a meta' giornata. Dopo la buona performance della scorsa settimana, gli investitori alleggeriscono le posizioni, spinti anche dalla delusione per i dati cinesi che testimoniano una ripresa meno forte del previsto. Nel dettaglio il pil della Repubblica Popolare nel terzo trimestre e' salito del 4,9%, molto meno rispetto al +7,9% del trimestre precedente. In piu' la produzione industriale e' aumentata a settembre solamente del 3,1% contro il +5,3% di agosto. Sui mercati azionari pesa anche il rialzo dei tassi dei titoli di stato: quelli italiani sui Btp a dieci anni superano lo 0,94%, mentre quelli tedeschi si sono portati al -0,11%. Oltreoceano i Treasury a dieci anni rendono oltre l'1,61%. A meta' giornata, mentre i future Usa preannunciano un avvio debole di Wall Street, Francoforte cede lo 0,6%, Parigi lo 0,89%, Amsterdam lo 0,62%, Madrid lo 0,7% e Londra lo 0,3%. A Milano il Ftse Mib arretra dello 0,95%, anche se in questo caso va considerato che lo 0,59% e' da attribuire allo stacco dei dividendi di 4 big.

Si tratta di Banca Mediolanum (-6%), Generali (-2,2%), Intesa Sanpaolo (-3%) e Unipol (-3,99%), tutte in calo. Per contro sono ben impostate le azioni del risparmio gestito, da Banca Generali (+1,7%), ad Azimut (+0,97%) fino a Fineco (+0,1%). L'andamento del greggio (+1,6% il wti di novembre a 83,6 dollari al barile) sostiene le Eni (+0,3%). Sono deboli, invece le altre blue chips, fatta eccezione di Mediobanca (+0,6%) e Prysmian (+0,8%). Non reagiscono alla notizia del memorandum of understanding con la coreana LG Energy Solution per la creazione di una joint venture finalizzata alla produzione di batterie agli ioni di litio in Nord America le Stellantis, che cedono lo 0,9%. Continua a perdere quota Leonardo (-0,8%), dopo la debacle della scorsa settimana.

Sul fronte dei cambi, l'euro si attesta a 1,1591 dollari (1,1579 venerdi' in chiusura) e a 132,54 yen, mentre il dollaro-yen e' pari a 114,33.

emi-

(RADIOCOR) 18-10-21 13:07:50 (0319)NEWS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti