Radiocor

ItsArt: aperta a partner commerciali, entro 2022 distribuzione in principali Paesi

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 19 gen - ItsArt, la piattaforma della cultura partecipata al 51% da Cdp e al 49% da Chili, e' aperta a collaborare con altri partner. Dopo le polemiche sull'assenza della Rai nell'azionariato, Viale Mazzini, cosi' come altri partner, potrebbe rientrare in un secondo momento. Si tratterebbe pero', come spiegano a Radiocor fonti che hanno lavorato all'operazione, di partnership commerciali: altre piattaforme, cioe', potrebbero conferire i propri contenuti all'interno della strategia editoriale di ItsArt.

La neonata piattaforma della cultura, intanto, punta ad avere una presenza internazionale. Operativa da subito in Italia e in Gran Bretagna, sara' estesa pian piano agli altri Paesi europei per poi, entro il 2022, essere distribuita nei principali Paesi del mondo.

La strategia di ItsArt riguardera' principalmente il modo di veicolare i contenuti, mentre la produzione non rientra, per il momento, nella mission aziendale. Infatti, l'investimento totale, pari a circa 28 milioni, e' contenuto al confronto con quello messo in campo dai competitor che fanno anche produzione.

I target da raggiungere saranno vari poiche' si privilegeranno tutte le forme d'arte e si puntera' a raggiungere piu' generazioni, magari veicolando lo stesso contenuto in modalita' diverse. Un punto di riferimento potranno essere i clienti che ha gia' Chili, ma la piattaforma si rivolgera' anche alle community ad hoc, tipo quelle di musica lirica o sinfonica.

Si partira' con un numero contenuto di dipendenti, meno di un centinaio, che poi man mano saranno incrementati. La sede legale e' a Milano, mentre quella operativa sara' verosimilmente a Roma.

La Cdp, come emerso dallo statuto di ItsArt, ha un ruolo di primo piano nella gestione. Alla Cassa, che ha il 51% della societa', spettano azioni di tipo A che garantiscono il voto plurimo in assemblea, cioe' tre voti per ciascuna azione A posseduta. Inoltre, la Cdp ha diritto di prelazione e diritti di gradimento nel caso di cessione di azioni da parte di Chili. E' previsto un lock up di cinque anni al trasferimento delle azioni.

red

(RADIOCOR) 19-01-21 15:25:20 (0451) 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti