Radiocor

***Russia: la Ue studia nuove sanzioni compreso tetto al prezzo del petrolio

Ma c'e' di nuovo l'ostacolo Ungheria (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Bruxelles, 22 set - La Ue sta ricominciando a discutere il merito di una prossima serie di sanzioni contro la Russia. Stando a informazioni raccolte si sta preparando una nuova lista di persone da colpire con restrizioni e congelamenti di beni nella Ue, restrizioni ulteriori sull'export di tecnologia, ma soprattutto si sta definendo anche l'ipotesi di un tetto al prezzo del importato dalla Russia sebbene da febbraio scattera' lo stop al 90% delle importazioni nella Ue (salvo il flusso che passa dall'oleodotto Druzhba). Non e' chiaro a questo punto come sara' aggirata l'Ungheria dopo che il premier Viktor Orban che ha annunciato una consultazione nazionale con l'obiettivo di fare tutto il possibile affinche' la Ue tolga le sanzioni alla Russia entro fine anno. Il responsabile del gruppo parlamentare del partito di Orban Mazte Kocsis ha dichiarato: 'Non e' normale che le sanzioni siano decise unicamente dalle e'lite di Bruxelles'. Le sanzioni vanno decise all'unanimita'. L'Ungheria torna a mettersi di traverso sulle sanzioni dopo essere stata beneficiata dell'eccezione sullo stop delle importazioni di petrolio via oleodotto e nel momento in cui si e' impegnata a rispettare a gran velocita' gli impegni sullo Stato di diritto per non vedersi tagliati i fondi europei.

Aps

(RADIOCOR) 22-09-22 20:05:05 (0617)ENE 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti