Radiocor

Borsa: altra seduta in apnea per l'Europa, Milano argina cali (-0,8%) grazie al pharma

Amplifon balza dell'8%. Ancora timori per l'economia (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 23 giu - Seduta debole per le Borse europee, frenate dai cali di banche e auto che a livello continentale hanno registrato performance negative. Sempre con gli occhi puntati alla Federal Reserve, a Piazza Affari il Ftse Mib ha perso lo 0,8%, a Francoforte il Dax40 l'1,72% e a Parigi il Cac40 lo 0,56%, quando gli indici a Wall Street si muovono in terreno positivo.

I possibili scenari recessivi di fronte a una politica troppo aggressiva sui tassi da parte della Fed restano un fattore di forte preoccupazione per gli investitori, con i dati macro che non danno sollievo. L'attivita' industriale dell'Eurozona ha registrato un calo sensibile a giugno. L'Indice Pmi manifatturiero elaborato da Markit ha avuto infatti una flessione che lo ha portato a 52 punti, in calo rispetto ai 54,6 punti di maggio e ai minimi degli ultimi 22 mesi. Negli Usa, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione sono scese meno del previsto, il deficit delle partite correnti e' aumentato piu' delle stime e i Pmi manifatturiero e servizi sono scesi rispettivamente ai minimi degli ultimi 23 e 5 mesi. Intanto, il presidente della Fed, Jerome Powell, oggi in audizione alla Camera - dopo quella di ieri al Senato - ha ribadito che gli Stati Uniti hanno un'economia forte e che l'impegno per ridurre l'inflazione e' totale.

Tornando ai titoli, a Piazza Affari, altra seduta di passione per Saipem che scende di un altro 8%, dopo il -21,56% della vigilia sempre per la pubblicazione dei termini dell'aumento di capitale da 2 miliardi di euro. Seduta positiva, invece, per Amplifon (+7,93%), in una giornata di acquisti per il comparto sanitario-farmaceutico e le utility.

Sul mercato valutario l'euro passa di mano a 1,0517 dollari (1,0565 in avvio e 1,0591 ieri sera), e a 141,551 yen (143,43 e 143,84), con il dollaro che vale 134,594 yen (135,77 e 135,83). Per quanto riguarda il petrolio, il contratto consegna Agosto sul Brent perde lo 0,79% a 110,86 dollari al barile e quello di pari scadenza sul Wti lo 0,99% a 105,14 dollari al barile. Intanto, ad Amsterdam il future sul gas e' salito del 5% a 133,64 euro al negawattora.

Fla-

(RADIOCOR) 23-06-22 17:42:28 (0555)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti