Radiocor

Fondi: raccolta dicembre +7,8 mld, nel 2021 +91,7 mld con masse record (RCO)

12 mesi consecutivi flussi positivi. Azionari in prima fila (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 25 gen - Il 2021 si conclude all'insegna della crescita per il risparmio gestito tricolore, che ha inanellato 12 mesi consecutivi di flussi positivi con il susseguirsi di masse record. Protagonisti dell'anno i fondi aperti, in particolare gli azionari. In base ai dati preliminari diffusi da Assogestioni, la raccolta netta di dicembre e' stata pari a +7,8 miliardi di euro, dopo +7,7 miliardi a novembre e ha portato il totale del 2021 a +91,7 miliardi. Il patrimonio gestito ha toccato il nuovo massimo di 2.582,5 miliardi dagli 2.574 miliardi di novembre.

Il 2020 si era concluso con un saldo della raccolta di +14,6 miliardi e masse per 2.421,5 miliardi. A trainare l'ultimo mese dello scorso anno sono state ancora una volta le gestioni collettive, che sfiorano sottoscrizioni nette per +7 miliardi, da +4,5 miliardi di novembre, a un totale di 71,4 miliardi. Sempre determinanti i fondi aperti, con una raccolta netta di +5,8 miliardi, da +3,5 miliardi, a complessivi +64,8 miliardi nell'anno (contro 23,6 miliardi nel 2020). Per i fondi chiusi il saldo dei flussi di dicembre e' pari a +1,1 miliardi, dopo +998 milioni, a un totale di +6,6 miliardi nei 12 mesi. Le gestioni di portafoglio registrano, invece, una frenata delle entrate nette che ammontano a dicembre a +820 milioni, dopo +3,2 miliardi a novembre, portando il bilancio del 2021 a +20,3 miliardi. Il segmento retail tiene con +1,4 miliardi, in linea con novembre e conclude l'anno a +12 miliardi. I mandati istituzionali, invece, registrano uscite per -623 milioni, dopo +1,8 miliardi, a complessivi +8,3 miliardi nel 2021.

Quanto al dettaglio delle scelte di investimento, dall'ultimo mese dell'anno emerge qualche avvisaglia di cautela tra i risparmiatori: a dicembre hanno privilegiato i fondi obbligazionari, che segnano una raccolta netta di +3,1 miliardi, in forte crescita dai +254 milioni di novembre, a un totale di +12,4 miliardi nel 2021. Dopo l'entusiasmo dei mesi passati, gli investitori hanno mostrato minore trasporto per i fondi azionari, che registrano +1,4 miliardi di sottoscrizioni dopo +2,4 miliardi, concludendo comunque l'anno con un fruttuoso +31,7 miliardi, di gran lunga il saldo piu' ampio del comparto. A loro volta i fondi bilanciati segnano +1 miliardo a dicembre, dopo +1,8 miliardi a novembre, a un totale di +23,1 miliardi. I flessibili si mantengono di misura in territorio positivo con +32 milioni, dopo +243 milioni, ma sotto il peso di svariati mesi di esodo chiudono l'anno in negativo, a -1,8 miliardi. Saldo mensile favorevole anche per i fondi monetari a +239 milioni, dopo -1,2 miliardi, che non basta tuttavia a 'salvare' il bilancio di un anno non premiante per la liquidita' e vede il comparto chiudere a -383 milioni. Nell'insieme i fondi di diritto italiano hanno registrato a dicembre una raccolta netta di +1,16 miliardi, dopo +1,13 miliardi a novembre, a un totale di +5,8 miliardi nell'anno. I fondi esteri hanno fatto la parte del leone, con un saldo mensile di +4,6 miliardi, dopo +2,3 miliardi, a complessivi +59 miliardi nel 2021.

Gli-col

(RADIOCOR) 25-01-22 11:00:09 (0237)NEWS,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti