Radiocor

Fondi: raccolta -1,98 mld in aprile (dopo -926 mln), patrimonio cala a 2.427 mld (RCO)

Pesano mandati istituzionali (-4,3 mld). Bene gli azionari (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 26 mag - Aprile in retromarcia per l'industria del risparmio gestito.

Come indica la mappa mensile di Assogestioni, la raccolta netta e' negativa per 1,98 miliardi di euro, dopo -926 milioni a marzo e fa arretrare il saldo dei flussi da inizio anno a 8,9 miliardi. In un mese segnato da grandi incertezze geopolitiche, per il protrarsi della guerra in Ucraina e da una forte volatilita' delle Borse, il patrimonio gestito e' diminuito a 2.427 miliardi da 2.486 miliardi a fine marzo, scontando l'effetto combinato della raccolta e della flessione dei mercati che l'Ufficio studi di Assogestioni quantifica in -2,3% circa. Aprile, pero', ha anche confermato l'attrattiva dei fondi aperti, che hanno messo a segno il 25esimo mese consecutivo di raccolta positiva, con flussi netti per +1,6 miliardi, dopo +2,2 miliardi a marzo, a un totale decisamente tonico di +14,3 miliardi da inizio anno.

Con l'aggiunta dei +185 milioni dei fondi chiusi (dopo +334 mln a +1,4 mld da gennaio), il saldo mensile delle gestioni collettive ammonta a +1,7 miliardi, dopo +2,5 miliardi a marzo, a complessivi +15,7 miliardi da inizio anno. A pesare sul quadro d'insieme sono nuovamente le gestioni di portafoglio istituzionali, che segnano in aprile una raccolta netta negativa per -4,3 miliardi, sui livelli di marzo, che fa scendere a -11 miliardi il saldo del segmento da inizio anno. Assogestioni precisa che l'andamento e' stato 'influenzato da una serie di operazioni infragruppo su alcune partecipazioni strategiche, avvenute nel periodo'. Includendo i +623 milioni del retail (dopo +959 mln), le gestioni di portafoglio chiudono il mese a -3,7 miliardi, dopo - 3,4 miliardi a marzo, con deflussi complessivi per -6,8 miliardi da gennaio. Piu' nel dettaglio delle scelte dei risparmiatori, anche aprile ha visto le preferenze indirizzarsi ai fondi azionari, che hanno segnato una raccolta netta positiva per +2,2 miliardi, dopo +2,4 miliardi a marzo, con un robusto +11,5 miliardi da gennaio. Resta solido l'interesse per i bilanciati, con +1,2 miliardi, in linea con marzo (e +6,4 miliardi da gennaio) e si mantengono in territorio positivo i flessibili, con +278 milioni (dopo +203 mln) a un totale di 642 milioni da inizio anno. Sugli obbligazionari fioccano, invece, i disinvestimenti, facendo scivolare la raccolta ancor piu' in negativo, a -2,5 miliardi dai -1,7 miliardi di marzo, con -8 miliardi complessivi in quattro mesi. Resta discreto, ma e' in crescita, il fascino dei monetari, che segnano +413 milioni, dopo +150 milioni, a un totale di +3,8 miliardi da inizio anno. Quanto alla denominazione, i fondi di diritto italiano chiudono aprile approdando in territorio positivo per +276 milioni, dopo -329 milioni a marzo, a un totale di +204 milioni da gennaio. I fondi di diritto estero segnano +1,3 miliardi, dopo +2,5 miliardi, a complessivi +14 miliardi da inizio anno.

Gli-col

(RADIOCOR) 26-05-22 11:00:20 (0211)NEWS,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti