Radiocor

Borsa: Europa sui minimi a meta' seduta, Milano giu' dell'1,4%


(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 27 gen - Borse europee sui minimi a meta' seduta, in una seduta incerta fin dalle prime battute e con volumi ridotti. Piazza Affari e' in calo dell'1,4%, mentre Parigi perde lo 0,98% e Francoforte l'1,52%. Se gli investitori per buona parte della mattinata hanno mantenuto un atteggiamento cauto, le vendite si sono ampliate con lo scontro tra Ue e Astrazeneca sulle consegne dei vaccini, che ha alimentato il nervosismo e favorito le vendite in un mercato che viaggia comunque sui massimi.

Nonostante Sanofi abbia siglato un accordo per produrre il vaccino Pfizer/Biontech, quindi, i ritardi nei piani vaccinali, che spostano in la' l'attesa immunizzazione di gregge, preoccupano. Anche l'Fmi ha deciso di ridimensionare le prospettive di crescita dell'Ue a causa dei ritardi delle campagne di vaccinazione in molte aree. Altro elemento importante oggi e' la Fed: "Si prevedono misure piu' accomodanti al fine di sostenere e proteggere i mercati dai rischi di ribasso", scrivono gli analisti di ActivTrades mentre nella serata occhi puntati sui tech con giganti come Apple, Facebook e Tesla che pubblicheranno i loro utili. Sul fronte interno, la crisi di Governo per il momento resta sullo sfondo anche se i 7 miliardi di BoT assegnati in asta hanno registrato un lieve rialzo dei tassi a -0,488%, mentre lo spread resta in calo a 117,2 punti. Sull'azionario, Unicredit ha girato al ribasso (-0,67%) nel giorno del cda che deve designare Andrea Orcel come futuro nuovo ceo, mentre si sono appesantite tutte le banche. Sale Diasorin (+3,47%), Saipem avanza del 2% e Pirelli dell'1,5%. Pesanti gli industriali, in coda al listino Interpump che arriva a perdere il 4,6%, Prysmian e' giu' del 4% e Stellantis del 3,8%. Sul mercato dei cambi, si e' indebolito l'euro/dollaro insieme ai mercato e scambia a 1,211 (da 1,2160 alla vigilia) mentre l'euro/yen quota 125,79 (126,066). Il dollaro passa di mano a 103,84 (103,669). Frena rispetto alla mattinata il prezzo del petrolio, con il Brent consegna marzo che torna sotto i 56 dollari a 55,98 (+0,13%) mentre il Wti pari scadenza scivola sotto i 53 dollari a 52,59 (-0,04%).

Chi

(RADIOCOR) 27-01-21 13:12:58 (0319)NEWS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti