Radiocor

Pil: Stiglitz, rischio recessione in Usa e Europa, da rialzo tassi impatto su credito

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Trento, 27 mag - Nonostante qualche segnale di miglioramento dell'economia, in Europa e negli Stati Uniti, una recessione e' ancora possibile, visti i molteplici rischi legati all'incremento dell'inflazione e alla politica delle banche centrali. "Penso ci sia un rischio di recessione, la Germania e' gia' entrata in recessione tecnica. Penso che negli Stati Uniti il problema sia peggiore di quanto si crede, perche' con l'inasprimento della politica monetaria si hanno ricadute anche sulla disponibilita' di credito". Lo ha detto Joseph Stiglitz, premio Nobel per l'economia nel 2003 e professore della Columbia University, a margine del panel a cui partecipa nell'ambito della XVIII edizione del Festival dell'Economia di Trento, intitolata 'Il futuro del futuro. Le sfide di un mondo nuovo', organizzato dal Gruppo 24 Ore e Trentino Marketing. "La crisi finanziaria, con il crack della Silicon Valley Bank e le difficolta' di altre banche regionali, implica che gli istituti avranno un approccio piu' conservativo sull'erogazione di prestiti. Secondo alcuni questo e' l'equivalente di un ulteriore rialzo di uno o due punti percentuali dei tassi di interesse, inoltre molti temono che la Federal Reserve possa alzare ulteriormente il costo del denaro. C'e' quindi un rischio di rallentamento", ha detto l'economista. Certo negli Stati Uniti sono state varate consistenti misure di stimolo, come l'Ira e il Chips Act, e "questo potrebbe controbilanciare una parte della contrazione monetaria". Nel Vecchio Continente la situazione potrebbe essere piu' complicata: "Temo che in Europa, dove non ci sono stimoli fiscali altrettanto potenti, non ci sara' questo controbilanciamento. E temo anche che l'accordo che si sta definendo negli Stati Uniti con la frangia estremista del partito repubblicano per risolvere il problema dell'innalzamento del tetto del debito potrebbe indebolire l'economia. Quindi sia negli Stati Uniti sia in Europa penso ci siano minacce reale che potrebbero fare aumentare la probabilita' di recessione", ha spiegato.

Ars

(RADIOCOR) 27-05-23 11:30:11 (0049) 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti