Radiocor

Borsa: Europa peggiora a meta' seduta con auto e banche, a Milano (-1,7%) svetta Hera

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 28 gen - Le Borse europee peggiorano a meta' seduta, con le vendite che colpiscono in modo trasversale auto, energetici, banche, industriali e tecnologici. Al termine di una settimana su cui ha pesato il fuoco incrociato di Omicron, decisioni della Federal Reserve e tensioni in Russia, si sono aggiunti i dubbi sulla crescita economica, dopo che i dati sul Pil in Francia e Germania hanno messo in luce un rallentamento nel quarto trimestre, pur nel contesto di un rialzo robusto per il 2021. In Italia, inoltre, si fa strada l'incertezza sul Quirinale, mentre non e' ancora stato trovato un nome condiviso per la presidenza della Repubblica, cosa che pesa sullo spread (in rialzo a 145 punti, dai 141 della vigilia; per fare un paragone era sotto i 100 punti quando e' stato nominato Mario Draghi come presidente del Consiglio). Cosi' Milano cede l'1,7%, allontanandosi dai 27.000 punti riagganciati piu' volte alla vigilia, Parigi perde l'1,64%, Francoforte l'1,9%, Londra l'1,4%, Madrid l'1,47% e Amsterdam l'1,8%. Per quanto riguarda i titoli, in un Ftse Mib per larga parte in territorio negativo, si distinguono Hera (+1,92%), che ieri ha presentato il piano al 2025 che prevede investimenti per oltre 3,8 miliardi, Inwit (+1,33%) e Mediobanca (+0,8%). Non hanno scaldato il mercato l'aggiornamento del piano industriale al 2030 di A2a (-2,19%) e i conti sopra le guidance di Unicredit (-1,61%). In coda, penalizzate dalle performance negative dei rispettivi comparti, Saipem (-4,56%), Bper (-4%), Stellantis (-3,49%), Cnh Industrial (-3,26%) e Banco Bpm (-3,19%). In rialzo il petrolio: i future del Wti marzo salgono dello 0,75% a 87,26 dollari al barile, quelli del Brent di pari scadenza tornano sopra la soglia dei 90 dollari al barile e ai massimi dal 2014, salendo dello 0,82% a 90,07 dollari. Sul fronte dei cambi, l'euro/dollaro resta sotto gli 1,12 con la moneta unica che passa di mano a 1,1135 dollari (1,1131 in avvio e 1,1153 ieri in chiusura) e a 128,695 yen (128,709 all'apertura e 128,73 ieri). Il cambio dollaro/yen e' a 115,571.

Ars

(RADIOCOR) 28-01-22 12:48:49 (0376)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti