Radiocor

Bonomi: avere visione diversa dai sussidi, non vogliamo diventare "Sussidistan"


(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 29 set - Aderire alle direttive europee "significa anche una visione diversa dai sussidi per sostenere i settori in difficolta'". Il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi spiega: "Nei mesi del lockdown, il Governo ha assunto misure di sostegno alla liquidita' delle imprese e di rifinanziamento al fondo Pmi.

Ma i sussidi non sono per sempre, ne' possiamo o vogliamo diventare un Sussidistan, come e' stato recentemente scritto.

Gia' l'estate doveva essere il momento di altre scelte.

Scelte su cui indirizzare piu' incisivamente il futuro. E il futuro non puo' che essere letto in una chiave di filiere, possibilmente europee, come peraltro suggerisce la nuova strategia dell'Ue". Per Bonomi "Si tratta di filiere i cui fornitori disegnano una geografia molto piu' ampia delle singole imprese di settore. Su queste filiere dell'industria italiana occorre uno sforzo particolare. Ma, voglio essere chiaro, non sono i sussidi, ne' ulteriore indebitamento sia pur con garanzia pubblica. Serve tutt'altro". Il presidente degli industria cita come esempio "quanto avvenuto nell'emergenza sanitaria. La struttura produttiva italiana non era pronta a maxi produzioni di dispositivi sanitari di protezione, mascherine, e reagenti. Ma lo Stato ha creato condizioni di incentivo tali da rendere possibile un balzo di quelle produzioni, perche' giustamente considerate strategiche. Per le filiere che rischiano perdite a doppia cifra, gli strumenti dovrebbero essere analoghi. Non sussidi ma condizioni regolatorie e di mercato tali da tornare ad accrescere produzione e occupazione. Vale per l'edilizia e l'immobiliare come per l'auto e i trasporti".

Ale

(RADIOCOR) 29-09-20 15:48:28 (0443) 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti