Radiocor

Borsa: Europa tenta il rimbalzo, a Milano (+1%) Tim in rosso (RCO)

Rialza la testa il petrolio: +5% il wti (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 29 nov - Le Borse europee tentano il recupero, dopo i pesanti cali accusati venerdi' scorso e provocati dai timori per la diffusione della nuova variante Omicron, che con le sue variazioni ha fatto tremare gli esperti poiche' potrebbe 'bucare' i vaccini. Gli indici del Vecchio Continente sono tutti in rialzo, anche se senza troppo entusiasmo. Del resto gli investitori attendono indicazioni piu' esatte sulla nuova variante e sulle misure che adotteranno gli stati. Anche se l'Oms ha invitato a tenere aperte le frontiere, il Giappone ha deciso di chiudere e in piu' oggi si riuniscono i minisri della Sanita' dei Paesi del G7 per discutere la linea da adottare. Angelique Coetzee, presidente della Associazione dei medici del Sudafrica (che ha isolato la nuova variante, ndr), ha detto: 'La nuova variante Omicron del coronavirus provoca una malattia leggera senza sintomi importanti'.

Parigi e Amsterdam guadagnano l'1%, Francoforte lo 0,8%, Madrid lo 0,55%. Milano, dopo un avvio in rialzo dell'1,5%, ha rallentato all'1%. Lo spread si avvicina a 131 punti (e' a 130,9 punti).

A Piazza Affari e' partita male Tim, arrivata a cedere il 3%. Adesso le azioni segnano un -1,75%, nell'attesa degli sviluppi sul futuro della compagnia, per la quale ha espresso interesse il fondo Kkr arrivando a presentare un'offerta da 0,505 euro per azione, che potrebbe essere generosamente ritoccata al rialzo, almeno secondo indiscrezioni. Venerdi', pero', nel corso del cda, il ceo Luigi Gubitosi, ha rassegnato le deleghe, che saranno esercitate dal presidente, Salvatore Rossi. Inoltre e' stato nominato direttore generale il numero uno di Tim Brasil, Pietro Labriola. Unicredit si muove in linea con le altre banche (+1%), l'istituto ha annunciato poco fa la cessione di 2,2 miliardi di npl. Lima dello 0,4% Diasorin dopo il rialzo di venerdi'. Infine, fuori dal paniere principale, non fanno prezzo le azioni della Juventus nel giorno in cui parte l'aumento di capitale da 400 milioni.

Sul fronte dei cambi, l'euro e' tornato sotto la soglia di 1,13 dollari: si attesta a 1,1264 dollari (venerdi' in chiusura a 1,1311). Vale inoltre 127,77 yen (128,25), mentre il dollaro-yen e' pari a 113,44 (113,388). Infine rimbalza il petrolio, dopo il tracollo di venerdi': il wti, contratto di gennaio, si attesta a 71,59 dollari al barile in rialzo del 5%. Tuttavia venerdi' aveva accusato un tonfo di oltre il 13%.

emi-

(RADIOCOR) 29-11-21 09:25:15 (0175)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti