Radiocor

Borsa: incubo recessione schiaccia l'Europa, Milano (-2,5%) chiude ai minimi da 19 mesi

Giu' le banche. Nel primo semestre Ftse Mib in calo del 22,1% (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 30 giu - I timori per una recessione negli Stati Uniti hanno zavorrato le Borse europee che chiudono l'ultima seduta del primo semestre in deciso calo anche se sopra i minimi di giornata. A Piazza Affari il Ftse Mib ha perso il 2,47% - ai minimi da meta' novembre 2020 e -22,1% nel primo semestre 2022 - frenato soprattutto da banche e auto, con Saipem investita dalle vendite (-21,72%). A Parigi il Cac40 e' sceso dell'1,8% e a Francoforte il Dax40 dell'1,7%, quando anche Wall Street viaggia in rosso, con l'S&P500 che va verso il suo peggior primo semestre dal 1970. Ieri da Sintra il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha parlato di rischi calcolati su una frenata della crescita, mettendo in conto la possibilita' di una recessione (per ora esclusa) come contraltare necessario nella lotta all'inflazione, e la presidente della Fed di Cleveland, Loretta Mester, ha detto che sarebbe favorevole a un rialzo dei tassi di 75 punti base alla prossima riunione, piu' di quanto auspicato dal mercato.

Intanto, oggi sono stati pubblicati i dati definitivi sull'inflazione di maggio negli Usa, sempre a livelli elevati anche se in leggerissimo calo rispetto al mese precedente.

Per quanto riguarda le banche, hanno pagato per le parole di Andrea Enria, presidente del Consiglio di Vigilanza della Bce, che ha detto che verra' proposto alle banche 'di ricalcolare le traiettorie del capitale considerando uno scenario piu' avverso, includendo anche un potenziale embargo sul gas o uno scenario di recessione e di utilizzare questi elementi anche con il proposito di andare avanti nei piani di distribuzione' di capitale. A Milano, Unicredit ha perso il 5,26%, Intesa Sanpaolo il 5,12%, Bper il 3,92% e Banco Bpm il 3,07%.

Sul fronte dei cambi, l'euro e' sceso sotto la soglia di 1,05 dollari e passa di mano a 1,0464 (1,044 in avvio e 1,056 dollari ieri in chiusura) e a 142,178 yen (142,39 e 143,67), con il dollaro/yen a 135,875 (136,23 in avvio). In calo il prezzo del greggio: il contratto consegna Agosto sul Brent scende dell'1,55% a 114,46 dollari al barile - anche se il piu' scambiato e' quello consegna Settembre e scivola a 108,67 dollari - e quello di scadenza Agosto sul Wti perde il 3,9% a 105,5 dollari al barile, quando il prezzo del gas ad Amsterdam sale del 2,44% a 143,6 euro al megawattora per il future consegna Agosto.

Fla-

(RADIOCOR) 30-06-22 17:44:02 (0548)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti